Amadeus, conduttore e direttore artistico di Sanremo 2020, ha parlato ai microfoni di RTL 102.5 di un possibile bis nel 2021: ecco le sue dichiarazioni.

Ci sara un Amadeus bis a Sanremo nel 2021? Difficile dirlo ad oggi. Tutto quello che sappiamo è che, nell’ultima conferenza stampa, il direttore di Rai 1 ha dichiarato che molto dipenderà dalle volontà dei vertici Rai, oltre che da quelle dei diretti interessati.

E in tal senso non arrivano segnali di grande apertura. Se Fiorello si è già tirato fuori, almeno ufficiosamente, da un nuovo Sanremo nel 2021, Amadeus ha svelato il suo punto di vista in un’intervista a RTL 102.5.

Amadeus bis a Sanremo nel 2021?

Bis o non bis? Per il momento il conduttore, reduce da una maratona davvero stressante, preferisce non sbilanciarsi: “Qualsiasi mia risposta postiva potrebbe essere dettata dall’entusiasmo e quindi è pericoloso, e qualsiasi no potrebbe essere dettato dalla stanchezza, ed è altrettanto pericoloso“.

Il presentatore ha quindi dichiarato di volersi prendere qualche giorno di tempo per riposarsi e quindi per riflettere. Tuttavia, una prima indicazione sembra volerla dare: “Per come sono fatto io, sono felice di essere tornato alla mia quotidianità fatta del mio ‘Soliti ignoti’ tutti i giorni, dalla famiglia e dalle cose che amo fare“.

Amadeus
Amadeus

Amadeus parla di un nuovo Sanremo

Preparare un grande evento come Sanremo per due anni di seguito è difficile, ha aggiunto il conduttore. E anche questo sembra un segnale verso il no.

Tuttavia, Ama preferisce lasciare aperta ogni porta: “Attendo di capire da me stesso, dopo ancora qualche giorno di riposo, che cosa è meglio fare per il Festival, per me e per tutti quanti. Bisogna avere la mente carica per poterne fare un altro nel migliore dei modi perché i risultati, ovviamente, danno l’obbligo di doverlo fare, quando sarà, al meglio“.

Di seguito un estratto dell’ultima conferenza di Amadeus:

TAG:
Amadeus people

ultimo aggiornamento: 12-02-2020


Bufera su Riki per gli insulti omofobi a Davide Misiano

Junior Cally diventa calciatore per combattere la violenza sulle donne