Tiziano Ferro da record: “Il mestiere della vita” è già platino

Un incredibile traguardo raggiunto in pochi giorni: “Il Mestiere Della Vita” di Tiziano Ferro, il nuovo cd, è già disco di platino.

Era facile prevederlo e difatti “Il Mestiere Della Vita” di Tiziano Ferro, a una settimana dall’uscita ha ottenuto il disco di platino. Le vendite del disco sono state straordinarie, facendo debuttare l’album direttamente al primo posto della classifica degli album più venduti in Italia.

Soddisfazione

Lo staff di Tiziano Ferro, attraverso la sua pagina Facebook, ha espresso grande soddisfazione per il risultato raggiunto:

“Doppietta di #Platino per Tiziano Ferro nella prima settimana di uscita del nuovo album: ‘Il Mestiere Della Vita’ e il singolo ‘Potremmo Ritornare’ sono appena stati certificati da Fimi – Federazione Industria Musicale Italiana. Una grande giornata da festeggiare insieme!”

“Che tempo che fa”

Di recente il cantautore di Latina è stato ospite di Fabio Fazio a “Che tempo che fa”, proprio per presentare il disco.

Sapete qual è il brano preferito di Ferro ne “Il mestiere della vita”? Eccolo

Ferro ha dichiarato che, quando passa così tanto tempo da un disco all’altro (il precedente era di 5 anni fa), si sente in dovere di essere trasparente. Dire, anzi cantare, la verità al pubblico.
Ferro ha anche parlato di un ritorno alle origini, per questo album.

C’è un elemento anagrafico che conta, perché adesso sono più vicino ai 40 anni. Non sono fautore dello slogan “non cambiare mai”, è una cosa stupida. Delle cose sono cambiate, non so se mi sono liberato di demoni ma sicuramente di zavorre.

Il cantante ha detto che i demoni tornano sempre, sotto forme diverse, ma con il tempo si impara a gestirli. Ferro, che nel mondo ha venduto 15 milioni di dischi, ha parlato di un certo senso di responsabilità.

“Poteva chiamarsi “Il mestiere delle responsabilità”. Un disco pieno di responsabilità, per me è centrale”.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 13-12-2016

Caterina Saracino