Shirley Manson dei Garbage si scaglia contro il maschilismo che caratterizza l’industria musicale, anche attraverso il nuovo album, No Gods, No Masters.

La cantante dei Garbage – Shirley Manson – non è mai stata un tipo timido, ma ogni reticenza persistente viene abbandonata nel nuovo album del gruppo in cui scatena decenni di frustrazione su questioni di genere, razza e clima. Da quando ha scosso le onde radio degli anni ’90 con classici electro-rock come Stupid Girl e I Think I’m Paranoid, la Manson è stata una delle donne più carismatiche e disinibite della musica. I temi politicamente espliciti del settimo album dei Garbage, No Gods, No Masters, è un’altra cosa.

Shirley Manson dei Garbage contro il maschilismo dell’industria musicale

Anche dopo un quarto di secolo nel settore, con 17 milioni di album venduti e una sigla di James Bond alle spalle, Shirley Manson dei Garbage è stupita dalla misoginia che incontra ancora sul suo cammino. Quella frustrazione ribolle su Godhead con il suo ritornello: “Se avessi un c***o lo succhieresti?“. “Non più di due giorni fa, un revisore mi ha chiesto perché ero così arrabbiata e mi ha suggerito di prendere in considerazione l’automedicazione“, ha detto.

Microfono
Microfono

Questo è sessismo secolare dell’era vittoriana: non ti piace quello che dice una donna, quindi le dici che è pazza“. Un membro della sua famiglia – di recente – le ha chiesto se “si considera una musicista”. “Non sapevo nemmeno cosa dire. Dopo 25 anni nello stesso gruppo, è difficile da digerire“, ha detto. “Quando ero più giovane, mi arrabbiavo davvero. Ora sono un po’ sconcertata, a volte divertita, ma anche determinata ad affrontare questo tipo di misoginia nei confronti delle donne. È semplicemente stupido!

Riconosce che sono stati fatti progressi rispetto alla sua infanzia nella Edimburgo degli anni ’70, quando sua madre “non aveva nemmeno il suo libretto degli assegni”, e rimane – in gran parte – speranzosa. “Le cose stanno cambiando troppo lentamente per i miei gusti, ma a tempo debito ci sarà uguaglianza per tutti. Devo crederci o mi sparo”.

Dire quel che si pensa nella musica

Gli uomini che governano il mondo/Hanno fatto un f****to pasticcio“: questa è una delle frasi, presenti nell’album e che continua a fare a pezzi il capitalismo per la sua distruzione ambientale. “La band mi ha dato questi paesaggi sonori e queste parole sono uscite subito“, ha detto ad AFP in videochiamata. “Tutto su temi che hanno oscillato intorno al mio corpo per molto tempo“.

La cantante, 54 anni, dice di essere “elettrizzata” dal fatto che le nuove generazioni di cantautori dicano quello che pensano attraverso la musica e che “non sopportano le st****ate che abbiamo fatto perché pensavamo che saremmo stati puniti“.

E aggiunge: “Io ero un’anomalia nella mia generazione. Sono stata descritta come una persona linguacciuta, presuntuosa, ‘non starà zitta!’. E ora vedo che tutte le donne parlano e spingono per una società più egualitaria, anche quelle che fanno musica pop abbastanza piacevole. Per me questo è stimolante“.

TAG:
garbage

ultimo aggiornamento: 20-06-2021


Chitarrista suona Sweet Child O’ Mine con i piedi: il video

Courtney Love accusa Trent Reznor di abusi su minori e attacca Dave Grohl