Renato Zero a Domenica In: “Musica non è mai perdita di tempo”

Renato Zero è stato ospite a Domenica In ed è stato intervistato da Pippo Baudo: bellissimo ciò che ha detto…

Il grande Renato Zero è tornato in tv, a “Domenica In”, per presentare al suo amato pubblico il progetto “Arenà, Renato Zero si racconta”, il cofanetto in uscita il 2 dicembre: tre cd che raccolgono il meglio dei concerti tenuti all’Arena di Verona lo scorso giugno.

Il grande Renato Zero ha rivolto un bel pensiero verso la musica e la cultura, che non vanno mai vissute come “perdita di tempo”, perché sono tra le cose più preziose che possediamo:

“Dobbiamo accettare le provocazioni del mondo. Dobbiamo essere pronti a condividere il dolore degli altri. Quella di oggi è una guerra. Ciò che vediamo in televisione è vero. Io ho sempre cantato in modo molto futuribile. Oggi, con questo album, non posso sottrarmi a questa provocazione. Cerchiamo di riconoscerci nella fabbrica dell’impegno e della coesione. La cultura e la musica sono una contaminazione meravigliosa e non una perdita di tempo.”

Cosa lo ispira

Un artista come lui, che per decenni è stato sempre sulla cresta dell’onda e non ha mai visto calare il suo successo, deve per forza essere costantemente ispirato.

Il cantautore romano ha rivelato che è proprio ciò che lo circonda, incluso il suo pubblico e le uguaglianze che ritrova in esso, a ispirarlo:

“Io ho iniziato a osservare molto quello che mi circondava. Cerco similitudini con i fan, anche con un pubblico differente. Nelle canzoni non si può prescindere dall’identificare un pubblico che ti segue e che si aspetta che lo consoli. Voglio che loro capiscano che sono protagonisti della loro vita.”

Alt

Parlando a proposto di Alt, il suo ultimo disco che ha ottenuto un successo straordinario, Zero ha spiegato così il concetto alla base dell’album:

“Sono tempi in cui cercare un’intimità è un lusso che non possiamo permetterci. Dobbiamo accettare le provocazioni del mondo. Dobbiamo essere pronti a condividere il dolore. E’ una guerra, quella di oggi. Dobbiamo essere pronti ad essere in trincea. Abbiamo confuso il serial con la vita vera. Noi artisti abbiamo anche il potere di placare certe ire. L’artista deve rappresentare il pubblico.”

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 14-11-2016

Caterina Saracino