È morta Gangsta Boo, rapper dei Three 6 Mafia: aveva 43 anni. Lo ha annunciato il fondatore del gruppo.

Grande dolore per gli appassionati di musica rap: è morta Gangsta Boo, rapper ed ex membro dei Three 6 Mafia. Aveva 43 anni. Lo hanno annunciato i media americani, prima della conferma del fondatore del gruppo, DJ Paul. Pioniera della musica hip hop, in un mondo prevalentemente maschile, Lola Mitchell sarebbe stata uccisa, secondo quanto riferito da TMZ, per problemi legati alle droghe. Stando a quanto trapela, la donna era infatti a Memphis per un concerto con il fratello, quando l’uomo è stato trasportato in ospedale, in overdose. A quanto pare, lui si è alla fine salvato, mentre lei non sarebbe riuscita a superare una crisi.

Morta la rapper Gangsta Boo

A dare notizia della scomparsa della rapper è stato DJ Paul, fondatore dei Three 6 Mafia, che ha voluto renderle omaggio pubblicando una sua foto mentre metteva dei dischi e ricordando come, solo poche settimane fa, i due si fossero ritrovati e avessero passato del tempo assieme.

Lutto
Lutto

Appassionata di musica fin da bambina, Lola aveva iniziato a rappare da giovanissima, inizialmente recitando in musica le sue poesie. Entrata nei Three 6 Mafia, aveva partecipato ai loro lavori fin dal primo album. A scoprirla era stato proprio DJ Paul, che ne aveva colto subito le doti. Parlando del loro primo incontro, Lola aveva raccontato, nel 2012: “Mi ha voluto nel suo mixtape, e da quel momento diventai veramente popolare. Poi mi chiesero di partecipare a più canzoni dei Three 6 Mafia e così sono entrata in gruppo in quel modo“.

Chi era Gangsta Boo

Artista di grande talento, dalla fine degli anni Novanta Lola aveva iniziato a muovere i primi passi da solista, facendo il suo debutto con Enquiring Minds, album che riuscì a salire fino alla posizione numero 46 nella classifica Billboard 200. La sua carriera era quindi proseguita con il secondo album, Both Worlds *69, e poi con il terzo, Enquiring Minds II: The Soap Opera, del 2003.

Leggi anche
Chi era Juice Wrld, il rapper americano morto a soli 21 anni

Contemporaneamente, aveva continuato a lavorare anche in altri progetti, collaborando con artisti come DJ Fletch, Trap-A-Holics e anche con i Da Mafia 6ix, una sorta di costola dei Three 6 Mafia. Poche settimane fa, in un’intervista a Billboard, aveva commentato lo sviluppo della scena rap americana, affermando di sentirsi un modello per molti: “Il mio suono è il suono di Memphis, quindi sono un modello e indosso questo distintivo con orgoglio“.

Riproduzione riservata © 2023 - NM

ultimo aggiornamento: 02-01-2023


È morta Anita Pointer, una delle Pointer Sisters: aveva 74 anni

Se Vasco Rossi diventa (per pochi minuti) Tiziano Ferro: che gaffe sui social!