Marco Carta ancora nei guai: una testimonianza potrebbe inchiodarlo

Marco Carta è stato arrestato per furto: avrebbe rubato alcune magliette a Milano. Il giudice non ha convalidato l’arresto, ma il cantante resta comunque nel registro degli indagati.

Continua a tenere banco la vicenda di Marco Carta, arrestato per un presunto furto il 31 maggio 2019 e poi rilasciato il giorno dopo Il famoso cantante, vincitore di Amici e Sanremo, sarebbe stato colto in flagrante mentre tentava di rubare alcune magliette in un noto negozio al centro Milano.

La vicenda rimane nebulosa, e per ora il giudice non ha convalidato l’arresto. Una testimonianza però potrebbe inchiodare il noto artista. Ecco gli ultimi aggiornamenti sul caso.

Marco Carta arrestato: una testimonianza lo mette nei guai

Dopo la mancata convalida dell’arresto, a mettere in dubbio la posizione dell’ex vincitore di Amici sarebbe arrivata la testimonianza di un vigilante della Rinascente di Milano. “Carta è entrato nei camerini insieme all’amica e quando sono usciti le sei magliette erano sparite“, ha dichiarato l’uomo, senza lasciare spazio a dubbi.

Le parole dell’addetto alla sicurezza sono state raccolte immediatamente dal nucleo Reati predatori dei vigili di Milano. Stando alla sua ricostruzione, Marco e Fabiana Muscas (la donna di 53 anni che era con lui), si sarebbero comportati in modo anomalo fin dall’ingresso nel negozio, lanciandosi occhiate sospette.

Proprio per questo l’uomo li avrebbe tenuti d’occhio tutto il tempo, seguendoli con lo sguardo anche nei pressi dei camerini. Mentre Marco si provava i capi, la donna gli avrebbe passato la borsa, e subito dopo l’artista sarebbe uscito dallo spogliatoio senza le sei magliette con cui era entrato. Non solo. I due si sarebbero poi recati nello stesso bagno dove sono state ritrovate le placche antitaccheggio tolte dal ‘bottino’.

Marco Carta
Marco Carta

Marco Carta si difende

La ricostruzione del testimone coinciderebbe con quella che aveva portato all’arresto di Carta lo scorso 31 maggio. Tuttavia, per il momento al cantante sono stati tolti i domiciliari (confermati invece per la donna che era con lui), anche se resta nel registro degli indagati ed è stato rinviato a giudizio con processo il prossimo settembre.

Subito dopo la notizia delal mancata conferma dell’arresto, il cantante aveva diramato tramite i social un comunicato in cui si diceva sollevato e confermava la sua onestà: “Non sono certo una persona che ruba“.

Tuttavia, la nuova testimonianza rende la sua posizione molto instabile. Non il massimo per il vincitore di Sanremo 2009, che proprio in questo periodo sta per lanciare il suo nuovo album, Bagagli a mano.

Di seguito il video del singolo Una foto di me e di te:

ultimo aggiornamento: 03-06-2019