Marco Carta torna a parlare: “Non sono una persona che ruba”

Marco Carta arrestato: le prime dichiarazioni del cantante dopo essere stato rimandato a giudizio per l’episodio del presunto furto alla Rinascente.

Prima l’arresto, poi la liberazione. Nella mattinata del 1° giugno si è detto e scritto tanto su Marco Carta. Forse troppo. Adesso è lui a voler sgomeberare ogni dubbio dalla mente dei suoi fan, dei suoi detrattori, e soprattutto dal cuore di coloro che lo amano e che di certo sono rimasti attoniti di fronte alla notizia del suo arresto.

Ecco le parole diffuse dal cantante attraverso un comunicato stampa in cui spiega la sua realtà dei fatti.

Marco Carta arrestato: le dichiarazioni del cantante

Un vecchio proverbio diceva ‘male non fare, paura non avere‘”. Esordisce così nella nota sui suoi account social il cantante vincitore di Sanremo 2009. Perché dopo l’arresto, tutto quello che poteva fare è avere fiducia nella magistratura, senza lasciarsi prendere dal timore.

E infatti il giudice ha confermato la sua estraneità dai fatti, togliendogli un bel macigno dalle spalle. Marco afferma di essere molto scosso, e aggiunge: “Mi auguro con tutto il cuore che la stampa e il web diano alla notizia della mia estraneità al reato di furto aggravato la stessa rilevanza che hanno dato all’arresto“.

Marco Carta
Marco Carta

Le parole di Marco

Il commento del cantante prosegue poi con un pensiero per la sua famiglia e le persone a lui care, perché quando capitano cose del genere sono loro a venire in mente per primi. Di certo essere fonte di allarme e dolore inutile non è ciò che voleva.

Anche per questo, Carta conclude così con un invito alla stampa e all’opinione pubblica: “Vi prego di restituire a loro la serenità che meritano. Sono una persona onesta e certamente non rubo. Grazie ancora e spero mi aiutiate per me e per loro a fare chiarezza“.

Di seguito il post pubblicato dal cantante:

ultimo aggiornamento: 01-06-2019