Lady Gaga contro Donald Trump: la popstar scende in campo per i diritti dei trans

Lady Gaga è scesa in campo contro il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump: il motivo? I diritti dei trans.

Lady Gaga continua a difendere a spada tratta i diritti dei trans contro le politiche di Donald Trump. La cantante, che recentemente si è resa protagonista del film A star is born di Bradley Cooper, ha pubblicato alcuni tweet polemici nei confronti del Presidente degli USA, e in particolare in difesa dei diritti dei trans. Ecco che cosa è successo.

Lady Gaga contro Donald Trump per i diritti dei trans

Lady Gaga non è certo tipo da tirarsi indietro, nemmeno quando si parla di diritti e di ideali politici. La cantante ha pubblicato sul proprio account Twitter dei tweet molto chiari, diretti proprio verso il presidente Donald Trump. L’antefatto sarebbe un’inchiesta del New York Times, che avrebbe scoperto l’esistenza di un memorandum del Dipartimento della Salute e dei servizi umani con il fine di identificare e riconoscere il genere sessuale delle persone al momento della nascita.

Lady Gaga a Venezia 75
Lady Gaga a Venezia 75

La notizia è stata appresa come un preludio verso una brusca battuta d’arresto sulla tutela delle persone transgender negli Stati Uniti e la politica di Trump è stata immediatamente osteggiata da Lady Gaga, che ha attaccato il presidente degli Stati Uniti senza pensarci due volte. Oltre a lei, anche altre star della musica si sono schierate a difesa dei diritti dei trans. Una fra tutte Sia, che ha pubblicato sui social network una bandiera rappresentativa dei transgender.

Ecco il messaggio di Lady Gaga su Twitter: «Il governo potrebbe vivere in un universo alternativo, ma noi come società e cultura sappiamo chi siamo e conosciamo la verità». La cantante ha invitato le persone ad alzare la voce e a non restare inermi. Poi ha concluso: «Se oggi puoi sentirti incompreso o invisibile, sappi che questa non è la realtà dell’umanità. Questa è un’altra dimostrazione di leadership guidata dall’ignoranza».

Lady Gaga: A star is born, un successo al botteghino

Dopo l’incredibile carriera e lo straordinario successo ottenuti nel mondo della musica, Lady Gaga ha trionfato anche al cinema, vestendo i panni dell’attrice protagonista per la prima volta. E il film A star is born ha riscosso un grandissimo successo al botteghino. La pellicola segna anche un altro esordio oltre a quello da protagonista di Lady Gaga, quello da regista di Bradley Cooper. 

La cantante inoltre in concomitanza della sua nuova esperienza ha raccontato anche del suo passato, quando i discografici le volevano imporre di modificare il proprio corpo in cambio del successo. Ma come detto, quello è il passato, e ora la bella cantante non può che godersi il meritato presente. Intanto a Hollywood si parla già di nomination all’Oscar per il film, e anche la colonna sonora ha raggiunto milioni di vendite.

Intervistata da Repubblica, Lady Gaga ha dichiarato: «Sono onorata di aver fatto parte di questo film. Volevo mettermi al servizio della storia che Bradley voleva raccontare». Il regista Cooper, invece, ha riferito: «Sapevamo che era come scalare l’Everest. Ci siamo supportati a vicenda lavorando con una troupe incredibile».

ultimo aggiornamento: 25-10-2018