J-Ax è tornato a parlare della pandemia da Coronavirus in occasione della premiazione per il Miglior video nella rassegna Imaginaction: ecco le sue dichiarazioni.

J-Ax è stato premiato a Imaginaction per il Miglior videoclip del 2020. A garantirgli questo prestigioso riconoscimento è stato il video del brano estivo Una voglia assurda, uno dei tormentoni dell’estate del Coronavirus, nato proprio dalla voglia di ripartire dopo il lockdown. Nell’occasione della consegna del premio, l’artista ha rilasciato nuove dichiarazioni sulla pandamia e sul modo in cui è stata affrontata dagli italiani. Ecco le sue parole, riportate dall’Ansa.

J-Ax e il Coronavirus: le dichiarazioni del rapper

Il rapper, al secolo Alessandro Aleotti, ha parlato in questi termini del Covid-19, che ha senza dubbio cambiato le nostre vite: “Ci ha rubato un po’ di spensieratezza, rendendoci consapevoli di tante cose che davamo per scontate […] Questa estate è andata a rilento sotto tanti punti di vista. La musica si è praticamente fermata e potrà ripartire solo quando la vita stessa ripartirà. Di certo non hanno aiutato certi comportamenti e certe direttive incongrue da parte della politica“.

J-Ax
J-Ax

J-Ax e gli italiani nell’estate del Coronavirus

L’artista ha quindi analizzato cosa è andato e cosa non è andato dal suo punto di vista. In particolare, ha posto l’attenzione su alcune contraddizioni. Ad esempio il blocco dei live da una parte e l’apertura delle discoteche dall’altro. Una scelta che, oltre a insultare migliaia di lavoratori del settore, è risultata pericolosa per tutti.

Conclude quindi l’ex Articolo 31: “Avevo detto che siamo un popolo di bambini, no… piuttosto siamo un popolo di adolescenti senza regole […] Altro che uscirne migliori… Questa situazione ha dimostrato quello che siamo nel bene e nel male“.

Di seguito il video di Una voglia assurda, premiato come miglior clip alla rassegna Imaginaction 2020:

TAG:
coronavirus J-Ax

ultimo aggiornamento: 31-08-2020


Bufera su Adele per la sua ultima foto: “Questa è appropriazione culturale”

MTV VMAs 2020: The Weeknd chiede giustizia per Jacob Blake