Ultimo è il nuovo Re di Roma: la favola diventa realtà

La favola di Ultimo, dal Mercato Testaccio ai 60mila e più del concerto dello Stadio Olimpico di Roma: una storia che fa sognare intere generazioni.

La favola di Ultimo è diventata realtà! Il cantautore di San Basilio è stato protagonista il 4 luglio 2019 del suo primo concerto allo Stadio Olimpico di Roma. Il suo stadio, riempito di cuori ed emozioni solo per lui. Oltre 64mila persone hanno battezzato il compimento della sua favola, concedendosi una serata indimenticabile.

Perché Ultimo adesso è ufficialmente il nuovo Re di Roma. Lo ha incoronato Antonello Venditti, forse l’ultimo cantautore capitolino a sedere su quel trono. Ieri era presente anche lui, salito sul palco per un metaforico passaggio di consegne, davanti agli occhi di un pubblico entusiasta, tra cui sedevano anche molti volti noti dello spettacolo.

Ultimo Re di Roma: da Sanremo al trionfo dell’Olimpico

La favola di Ultimo parte da lontanissimo, da quando camminava per le strade di San Basilio con nelle cuffie la musica di Venditti. L’8 luglio 2017, soli due anni fa, Niccolò cantava al Mercato Testaccio, davanti a una decina di persone, compresi parenti e amici.

Pochi mesi dopo, a febbraio 2018, vinceva Sanremo nella categoria Nuove Proposte con Il ballo delle incertezze. Da allora un’ascesa continua, con il successo dei suoi primi due album, Pianeti e Peter Pan, ancora oggi ai vertici delle classifiche.

E se la sua ascesa sembrava doverlo portare alla vittoria del Festival dei Big nel 2019, il suo secondo posto causato dal successo di Mahmood con Soldi è stato solo un piccolo incidente di percorso.

Perché, al di là delle polemiche e delle critiche di qualcuno, che lo ha definito un arrogante, Ultimo ha proseguito per la sua strada, portando avanti la sua favola. E così sono arrivati 19 concerti nei palazzetti, tutti sold out per oltre 300mila persone conquistate dalla sua musica.

E il suo terzo album, Colpa delle favole, si è preso la vetta della classifica, rimanendoci per cinque settimane di fila. Il preludio alla magica serata dello Stadio Olimpico, che a sua volta anticipa il suo primo tour negli stadi previsto per il 2020. La favola si è realizzata, ma la sensazione è che siamo solo all’inizio di una lunga e splendida storia…

Questo il post di Ultimo per celebrare il trionfo dell’Olimpico:

View this post on Instagram

4 Luglio 2019. La Favola. 64mila Pianeti.

A post shared by Ultimo (@ultimopeterpan) on

Ultimo in concerto all’Olimpico: le emozioni, i vip e il duetto con Andrea

E il cantante ieri ha voluto anche condividere le sue emozioni con parte della stampa. Ha sottolineato come la parte più bella del suo mestiere siano i live, tanto da aver anticipato di non voler lavorare a nuova musica il prossimo anno.

Parlando di Sanremo, ha affermato di non credere di tornarci nel 2020, e forse anche più in là. Il suo sogno sarebbe fare un tour l’anno, anche non negli stadi, ma nei teatri, in luoghi intimi, magari accompagnato da un’orchestra… Un sogno che di certo farebbe felici anche molti dei suoi fan.

Quindi, ha spiegato chi è che nella sua vita conta di più: il padre, che ancora continua a stare con i piedi per terra; la madre, che invece se la gode di più; e poi James Honiro e Clemente Zard, i primi a credere nel suo talento. Perché, aggiunge Ultimo, nella vita sono quelli che ti portano da zero a tre, e non da tre a sei, ad avere un valore maggiore.

Mentre ieri tra il pubblico c’erano numerosi vip, da Mara Venier a Stephan El Shaarawy, calciatore della Roma (la sua squadra del cuore), Ultimo ha voluto spendere due parole per due artisti che su quel palco lo hanno accompagnato: Fabrizio Moro, il suo ‘fratello maggiore’, e Antonello Venditti, per cui ammette di provare ancora una sorta di riverenza.

Ma della serata dell’Olimpico per molti rimarrà impressa un’altra cartolina: il duetto di Niccolò con un bambino, il piccolo Andrea, di 8 anni, che su Instagram ha un profilo da quasi 1500 follower dedicato a sue cover delle canzoni del suo cantautore preferito.

Un piccolo fan che sta crescendo con la sua musica e al quale Niccolò ha voluto regalare una delle emozioni più grandi della sua vita. Piccoli esempi di quanto dietro l’artista ci sia una persona umile e piena di sentimenti. E anche per questo siamo certi che la sua favola non finirà mai.

Ultimo
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/ultimopeterpan

ultimo aggiornamento: 05-07-2019