Scritta anti-Salvini, Lodo Guenzi: “Mi fa schifo, la cancello io”

Lodo Guenzi denuncia su Instagram una scritta contro Salvini sui muri di Bologna: l’artista, notoriamente contrario alla politica del governo, si è detto disponibile a cancellarla.

Lodo Guenzi vuole cancellare una scritta contro Matteo Salvini. Sembra una battuta, ma è invece la realtà. L’artista, notoriamente schierato dal punto di vista politico dalla parte opposta rispetto al ministro dell’Interno, ha voluto denunciare la gravità di una scritta che imbratta di fronte casa sua a Bologna.

Ecco le parole del cantante de Lo Stato Sociale, affidate a un lungo post pubblicato su Instagram.

Lodo Guenzi-Salvini: il messaggio del cantante su Instagram

Questa scritta mi fa schifo“. Inizia con queste parole il post pubblicato dall’ex giudice di X Factor. Tanto per togliere ogni possibilità di fraintendimento. L’artista spiega che è davanti casa sua e che ogni mattina spera di trovarla cancellata. Ma la speranza è vana.

La cosa lo fa comunque arrabbiare. Perché è vero che tali misere contestazioni fanno parte della vita di un uomo pubblico, è altrettanto vero che certe cose non bisognerebbe pensarle, figuriamoci scriverle.

Nella sua lunga denuncia, Lodo afferma che cadere così in basso è porsi allo stesso livello di chi ha augurato a Carola Rackete di essere stuprata, o ha sperato che i rom fossero bruciati.

Lasciamo ad altri questo schifo e scegliamo l’intelligenza, il paradosso, l’ironia, il gioco, la poesia e la passione. Anche nello scontro, soprattutto nello scontro“. Un messaggio da sottoscrivere in assoluto.

Lodo Guenzi
Lodo Guenzi

Lodo Guenzi contro Matteo Salvini, ma lo difende

Tutti conoscono quali siano le idee politiche di Lodo. Ma il discorso qui è diverso. Non ha cambiato ‘sponda’ il cantante de Lo Stato Sociale, che sottolinea come la sua non sia una campagna contro i writer, i quali anzi abbelliscono spesso i muri delle città.

Il problema è nell’uso che facciamo del linguaggio, perché frasi del genere sono inaccettabili, per qualsiasi partito si parteggi. “Non so quando abbiamo cominciato ad arrenderci a questo squallore“, ha scritto affranto Lodo.

Ma il suo vuole essere un messaggio di speranza e di educazione: “Chi parla male, pensa male. Chi pensa male, agisce male. Fra una settimana se è ancora lì la cancello io. Riprendiamoci le parole, lasciamo ad altri la mer*a“.

L’artista sottolinea che non vorrebbe farlo in prima persona. Ma se tra una settimana sarà ancora lì, ci penserà lui, con chiunque vorrà accompagnarlo, ovviamente indossando una maglia con scritto Mediterranea o Sea Watch.

Di seguito il post di Lodo con la deprecabile scritta:

ultimo aggiornamento: 05-07-2019