Alla scoperta di Fabri Fibra, il rapper che ha iniziato… montando penne

Tutto su Fabri Fibra, il più brutto della classe diventato un’icona del rap italiano. Dalla fine del rapporto con suo fratello Nesli al successo passando per la difficile adolescenza e la vita privata del cantante.

Uno dei rapper più controversi d’Italia, Fabri Fibra è considerato da molti come uno degli artisti migliori nel suo genere. Se i sostenitori non mancano, le critiche non sono poche: il cantante infatti è stato spesso attaccato per le sue canzoni troppo crude, indicate spesso come un vero e proprio inno alla violenza.

Fabri Fibra: primi passi nel mondo della musica

Nato il 17 ottobre del 1976 a Sinigallia sotto il segno della bilancia, Fabrizio Tarducci, meglio noto come Fabri Fibra, vive un’adolescenza particolarmente difficile. Sente come un trauma la separazione dei suoi genitori e a scuola veniva emarginato e preso in giro dagli amici a causa del suo peso. Pensate infatti che da bambino Fabrizio era arrivato a pesare addirittura la bellezza di 90 chili!

Fabri fibra
Fabri fibra

Il rapper ha dichiarato in diverse interviste di aver iniziato a fare uso di droghe anche pesanti già in età adolescenziale. Se la vita sociale non è semplice, il rapporto con la famiglia è addirittura complicato. Fabrizio ha un buon rapporto con una sorella, solitamente lontana dalle luci dei riflettori, ma dal 2008 non ha più rapporti con Nesli, fratello di Fabri Fibra e anche lui rapper.

Nesli mi attacca come musicista e quindi attacca la mia persona. Ma lui per primo dovrebbe scindere l’aspetto professionale da quello personale. Quando ci riuscirà, forse potremo di nuovo comunicare. Di certo gli voglio bene, è mio fratello e lo sarà per tutta la vita“, ha dichiarato Fabri Fibra ai microfoni di Panorama.

Se non fosse stato per me, Fabri Fibra starebbe ancora a montare i tappi alle penne in Inghilterra – ha risposto Nesli ai microfoni di Vanity Fair. Sono stato io a creare gli album Ego e Home. Io a inventarmi il suono di Mr. Simpatia.”

Insomma, non di certo un rapporto idilliaco quello dei due rapper, frenati dalle diverse concezioni artistiche e da due stili musicali a quanto pare inconciliabili:

“Quando lui torna da Londra per registrare, iniziamo a guardarci diversi, la bolla scoppia, e capiamo che stiamo combattendo una guerra su due fronti: lui su quelle basi musicali sparava a zero con un gusto morboso e una cattiveria gratuita, io ambivo al positivo, al lato buono che c’è, a costruire una carriera sana da professionisti, non sulla pelle dei cadaveri.”

Un parente che fa la tua stessa cosa con la stessa etichetta, se funziona, è un problema“.

Prima di fare successo nel mondo della musica, Fabri Fibra ha fatto una serie di lavori umili. Il più insolito a suo dire è stato quello come assemblatore di penne in una catena di montaggio a Londra.

Di seguito il video di Tranne Te di Fabri Fibra:

La carriera di Fabri Fibra: discografia del rapper

L’esordio di Fabri Fibra nel mondo del rap è avvenuto a metà degli anni Novanta: all’epoca il suo nome d’arte era Fabbri Fil. Il successo e la fama a livello nazionale e internazionale arriveranno solo nel 2004, dopo la pubblicazione dell’album Mr. Simpatia.

Sulla cresta dell’onda cambia casa discografica e delinea i tratti del suo personaggio, un rapper nudo e crudo, schietto, senza peli sulla lingua.

Nel 2006 pubblica l’album Tradimento, nel 2007 il disco campione d’incassi Bugiardo. Nel 2009 torna in cima alle classifiche con il disco Chi vuol essere Fabri Fibrapoi l’anno successivo arriva Controcultura che non riesce però ha eguagliare il successo del disco precedente.

Nel 2013 esce Guerra e Pace, mentre nel 2015 Fabri Fibra pubblica Squallor. Durante la lavorazione dell’album Fabri Fibra si è recato in California, dove l’erba può essere venduta in farmacia ovviamente a fronte di una prescrizione medica. Il rapper ha dichiarato di essere riuscito a procurarsene una buona scorta dopo appena quarantacinque minuti dal suo arrivo. Come abbia fatto resta un mistero.

Va detto che l’ispirazione è stata quantomeno prolifica: pensate per per Squallor Fabri Fibra aveva scritto settanta tracce: ovviamente solo 21 di queste sono finite nel disco.

Nel 2017 l’artista ha pubblicato quello che da molti è stato considerato come l’album della sua rinascitaFenomeno.

Le canzoni di Fabri Fibra riscuotono un grandissimo successo soprattutto tra i più giovani ma continuano ad attirare critiche da parte di molte persone che lo vedono come un cantante che trasmette unicamente messaggi violenti e diseducativi. Ma che cosa muove davvero il suo spirito creativo? A quanto pare sarebbero due cose: il sentimento d’invidia e… l’erba!

Gli scatti dei suoi concerti, delle prove e di tanto altro ancora sono visibili sul suo profilo Instagram.

Fabri Fibra: fidanzata e vita privata

Della vita privata di Fibra si sa molto poco. Il rapper è spesso sulle copertine dei giornali, ma più per il suo rapporto conflittuale con suo fratelli Nesli. Fabri Fibra infatti non è solito infatti pubblicare sui social foto che lo ritraggono in compagnia dei suoi amici o delle sue amiche. Qualche traccia delle sua vita privata e della sua sfera personale è nascosta tra le rime delle sue canzoni, dove il cantante ha parlato anche delle sue storie d’amore.

Stando a fonti vicine all’artista, sembra comunque che il rapper sia ormai da tempo single.

Ai microfoni de “Il testimone”, noto programma di Pif, Fabri Fibra ha rivelato di non essere interessato a fare figli e che ogni volta che vede un bambino pensa “Adesso sono ca*** tuoi” , ovviamente riferendosi ai genitori. Insomma, pare scontato che per il momento l’idea di fare una famiglia non sia fra quelle contemplate dal cantante!

Cinque curiosità su Fabri Fibra

Andiamo ora alla scoperta di cinque curiosità su Fabri Fibra:

• Il cantante è un grande estimatore del giornalista Marco Travaglio, il quale ha curato la prefazione del suo libro “Dietrologia”.

• Fabri Fibra ha raccontato che una volta Gianni Morandi (proprio lui!) gli ha chiesto una foto per suo figlio, grande fan del rapper.

• Il cantante non gode della stima del mondo femminista – anzi – e in diverse occasioni ha dovuto far fronte alle accuse di omofobia e sessismo. Proprio per questo motivo nel 2013 Fabri Fibra fu escluso dalla scaletta del concerto del primo maggio.

• Il cantante ha rivelato che da piccolo era considerato il più brutto della classe. Nel foglietto con la lista che circolava un tempo tra i banchi di scuola, il suo nome era quasi sempre all’ultimo posto.

• In seguito all’abuso di sostanze stupefacenti, Fabri Fibra è stato in come rischiando la vita.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 16-10-2018