Chi era Whitney Houston: vita privata e curiosità sulla cantante

In memoria di Whitney Houston, la cantante più premiata di sempre

Whitney Houston: la biografia, la carriera, la vita privata e le curiosità su una delle cantanti più amate di tutti i tempi.

Whitney Houston è stata un’icona impareggiabile nel mondo della musica, l’unica e vera star dei record. Con la sua bellezza e, soprattutto, con il suo poliedrico talento, ha saputo imprimere il suo nome per sempre nel mondo dello spettacolo, diventando un esempio da seguire per tantissime popstar dei nostri giorni.

Andiamo a ripercorrere insieme la sua fulgida carriera e la sua vita privata attrverso alcune curiosità.

Chi era Whitney Houston: la biografia

Whitney Elizabeth Houston nacque a Newark, in New Jersey, il 9 agosto 1963 sotto il segno del Leone. Figlia di una cantante soul, Emily Drinkard, che aveva fatto anche da supporto a Elvis e Aretha Franklin, crebbe in un ambiente musicale. D’altronde, sue cugine erano Dee Dee e Dionne Warwick.

Whitney Houston
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/WhitneyHouston/

Dopo essersi fatta le ossa tra i locali in cui si esibiva la madre e il coro della chiesa, a 14 anni Whitney iniziò la sua carriera professionale debuttando nel singolo della Michael’s Zager Band Life’s a Party. Nel 1978 cantò come voce di sottofondo nel singolo I’m Every Woman di Chaka Khan. Quindi, nei primi anni Ottanta fece il suo debutto da modella.

Finalmente nel 1981 firmò un contratto con la Tale Productions. Bella e talentuosa, si guadagnò, rarità per una donna afroamericana, le copertine di riviste come Seventeen, Glamour, Cosmopolitan e Vogue.

Arrivò finalmente al successo mondiale, dopo qualche anno di gavetta, con il suo album d’esordio, Whitney Houston del 1985. Restò in cima alla classifica americana per 14 settimane consecutive e vendette circa 29 milioni di copie, record per una debuttante.

Il singolo che la trascina al successo è You Give Good Love:

Il suo secondo successo internazionale fu il secondo album, Whitney, preceduto da quello che forse è ancora oggi il suo brano più famoso: I Wanna Dance with Somebody (Who Loves Me).

Il suo terzo disco, I’m Your Baby Tonight, uscì nel 1990 e fu un altro clamoroso successo, anche se non raggiunse la vetta della classifica americana.

Ormai star internazionale a tutto tondo, fece il suo esordio da attrice nel film Guardia del corpo del 1992, affiancando Kevin Costner. La colonna sonora di questo cult movie è divenuta la più venduta di sempre, trascinata anche dal brano simbolo I Will Always Love You, cover di Dolly Parton:

Nel corso di tutti gli anni Novanta e i primi Duemila alternò i successi in campo discografico a quelli sul grande schermo. La sua carriera subì uno stop improvviso a causa di gravi problemi familiari tra il 2004 e il 2006.

L’anno dopo tornò nel mondo della musica firmando quello che diverrà il suo ultimo contratto discografico. A sette anni dal suo ultimo disco, uscì il 28 agosto 2009 I Look to You, album che ottenne un ottimo riscontro di vendite in Italia ma anche in America.

Dopo una serie di tour e impegni di alto profilo, il 9 febbraio 2012 prese parte a una serata a margine dei Grammy Awards al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills. Nello stesso giorno si esibì per l’ultima volta in pubblico.

La morte di Whitney Houston

L’11 febbraio 2012 il corpo di Whitney venne trovato esanime immerso nella vasca da bagno della sua suite al Beverly Hilton Hotel. Venne tentata una rianimazione d’emergenza, ma non ci fu nulla da fare.

Il dipartimento di medicina di Los Angeles dichiarò che causa dell decesso un collasso cardiaco dovuto ad abuso di droga, farmaci e alcol, che avrebbe portato al definitivo annegamento nella vasca.

I funerali vennero celebrati a Newark il 18 febbraio davanti a circa 1500 persone e star dello spettacolo quali Kevin Costner, Elton John, Alicia Keys, Stevie Wonder, Mary J. Blige, Mariah Carey, Chaka Khan, Beyoncé e ovviamente la cugina Dionne Warwick.

La sua salma è sepolta nel cimitero di Westield, nel New Jersey.

La vita privata di Whitney Houston: marito e figli

Dopo alcuni flirt importanti negli anni Ottanta, come quello con l’attore Eddie Murphy e quello con Michael Jackson, Whitney conobbe il cantante Bobby Brown nel 1989. I due si sposarono nel 1992, nonostante l’uomo fosse malvisto dalla famiglia e dagli amici del cantante a causa dei suoi precedenti giudiziari e dei tre figli già avuti con tre donne diverse.

Dalla loro relazione nacque nel 1993 l’unica figlia di Whitney, Bobbi Kristina Brown. Il loro matrimonio fu tormentato a causa delle infedeltà, degli abusi e dei maltrattamenti di Bobby. Nel 2006, finalmente, Whitney decise di divorziare.

Sai che…

-Whitney Houston era alta 1 metro e 68.

-Venne soprannominata The Voice da Oprah Winfrey.

-Ha ottenuto sette singoli consecutivi al numero uno della Billboard Hot 100, superando il precedente record di Diana Ross & the Supremes e Beatles, fermi a 9.

-Ha vinto 6 Grammy Award e ben 22 American Music Award.

-Nel 1987 partecipò al Festival di Sanremo e al termine della sua esibizione ricevette una standing ovation con richiesta di bis da parte del pubblico. Fu il primo caso nella storia del Festival per un artista internazionale.

-Il 26 luglio 2015 la figlia di Whitney Houston, Bobbi Kristina, è morta dopo mesi di coma in circostanze simili a quelle della cantante.

-Whitney ha preso ispirazione da artiste del calibro di Dionne Warwick, Aretha Franklin e Chaka Khan, ma ha a sua volta ispirato quasi tutte le popstar esplose dopo di lei, da Alicia Keys ad Ariana Grande, passando per Lady Gaga e la nostra Giorgia.

-Tra i suoi tanti record c’è quello di donna più premiata della storia della musica con ben 415 riconoscimenti.

-È la prima e unica artista femminile ad aver piazzato contemporaneamente tre album nella top ten della Billboard 200.

-Su Instagram Whitney Houston ha un account ufficiale da oltre 290mila follower.

Di seguito il video di I Wanna Dance with Somebody, una delle canzoni di Whitney Houston più famose:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/WhitneyHouston/

ultimo aggiornamento: 08-08-2019