Chi è Peppino di Capri, il cantante di Champagne: vita privata e curiosità

Tutto su Peppino di Capri, il mitico cantautore di Champagne

Peppino di Capri: la carriera, la vita privata e le curiosità sul cantautore famoso per canzoni come Champagne e vincitore di Sanremo 1973 e 1976.

Oltre sessant’anni di carriera e non pochi meriti musicali, tra cui quello di portare, tra i primi in Italia, il rock and roll nei locali. Peppino di Capri è stato ben più dell’autore di Champagne. Un artista poliedrico e completo, tanto legato alla propria terra quanto capace di rinnovare le sue tradizioni.

Andiamo a scoprire insieme alcune curiosità sulla sua carriera e la sua vita privata.

Chi è Peppino di Capri

Giuseppe Faiella è nato a Capri il 27 luglio 1939 sotto il segno del Leone. La sua è una famiglia di musicisti e proprio per questo già da bambino Peppino si appassiona al mondo delle sette note.

Inizia a studiare seriamente pianoforte a sei anni a Napoli e nel 1953 comincia a esibirsi nei night club di Capri e Ischia con l’amico Ettore Falconieri. Si lascia affascinare dalla musica rock proveniente dall’America

Forma così sul finire degli anni Cinquanta un gruppo con l’immancabile Ettore e altri amici. Si chiamano Capri Boys e s’ispirano ai complessi americani dell’epoca, ottenendo successo nelle isole del golfo napoletano.

Peppino Di Capri
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/officialpeppinodicapri

Durante una delle tante serate ischitane, nel 1958, la band viene notata dal dirigente della Carisch, una casa discografica milanese. I ragazzi vengono messi sotto contratto e iniziano a farsi chiamare con il nome Peppino di Capri e i suoi Rockers.

Sul finire degli anni Cinquanta i ragazzi iniziano a incidere diversi singoli e ottengono i primi successi, ma è solo con i Sessanta che arriva la tanto agognata fama, grazie a una serie di hit italiane e napoletane che apriranno a Peppino le porte del mondo intero.

A dare una forte spinta alla carriera del cantautore caprese sono anche i musicarelli cui prende parte in questi anni, ovvero quei film musicali che vedono come protagonisti appunto dei cantanti.

Dopo il tripudio di successi del decennio Sessanta, la carriera di Peppino sembra attraversare un momento di stanca. Con l’arrivo del nuovo decennio, però, l’artista riesce a rivitalizzarsi e nel 1973 arriva addirittura a vincere il suo primo Sanremo con Un grande amore e niente più.

Si tratta di un successo che viene replicato, tre anni più tardi, con un altro dei suoi grandi classici, Non lo faccio più.

Contemporaneamente alla carriera come cantautore di inediti di grande valore, fin dai primi anni Peppino porta avanti un lavoro certosino di rielaborazione di grandissimi classici della canzone napoletana.

Cosa fa oggi Peppino di Capri? Si gode ancora i frutti della sua floridissima stagione artistica, con una carriera alle spalle di oltre 60 anni. Discograficamente è fermo all’album L’acchiappasogni del 2014 e alla raccolta eponima del 2017.

La vita privata di Peppino di Capri: moglie e figli

La prima moglie di Peppino di Capri, Roberta Stoppa, era una diciottenne modella torinese conosciuta dall’artista a Ischia nel 1959. I due si sposarono nel 1961, ma in pochi anni arrivarono a un periodo di forte crisi coniugale, culminato con la nascita del loro primo figlio, Igor, nel 1970.

Poco dopo decisero di lasciarsi, e Peppino iniziò a frequentare una studentessa napoletana di biologia: Giuliana Gagliardi. Con il suo secondo amore il cantante si sposò nel 1978.

Da questa seconda unione coniugale sono nati gli altri suoi due figli, Edoardo nel 1981 e Dario nel 1986. Purtroppo il 4 luglio 2019 all’età di 68 anni Giuliana è morta per via di un male incurabile.

Sai che…

-Peppino di Capri è alto 1 metro e 78.

-Ha suonato in pubblico per la prima volta a 4 anni nel 1943 suonando il pianoforte davanti alle truppe americane.

-Il suo nome d’arte fu un’intuizione del chitarrista Mario Cenci, che gli disse: “Siccome vieni da Capri e ti chiami Giuseppe, il tuo nome sarà Peppino di Capri”.

-Uno degli artisti che ha ispirato Peppino è stato Buddy Holly, padrino del rock and roll.

-Nel 1966 incide il brano Operazione sole, ricordato da molti come uno dei primi esempi di ska in Italia.

-Molto noto anche all’estero, ci ha rappresentati all’Eurovision Song Contest del 1991 con Comm’è ddoce ‘o mare, il primo brano non in italiano portato dal nostro Paese nella competizione. Il risultato tra l’altro non è stato malvagio: un settimo posto.

-Detiene (con altri artisti) il record di partecipazioni a Sanremo: ben 15.

-Ha partecipato alla versione rap del suo classico Champagne, denominata Fiumi di champagne, del rapper Gué Pequeno.

-Su Instagram Peppino di Capri è presente con un account da oltre 6mila follower.

Di seguito una versione live di Champagne, la canzone di Peppino di Capri più famosa:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/officialpeppinodicapri

ultimo aggiornamento: 26-07-2019