Tina Turner, il suo secondo marito le ha salvato la vita

Tina Turner si è confessata nella propria biografia, spiegando come il suo secondo marito le abbia salvato la vita.

Tina Turner ha pubblicato la sua autobiografia, My Love Story: a Memoir. In queste pagine ha parlato molto dell’amore con Erwin Bach, suo secondo (e attuale) marito, che decise di donarle un rene, salvandole di fatto la vita. Ecco la sua fantastica storia di come l’amore le abbia salvato la vita!

Tina Turner, l’amore le ha salvato la vita

Il dramma del matrimonio con Ike Turner è ben noto ai fan di Tina Turner e non solo. Violenza e abusi, dai quali la star riuscì a liberarsi a fatica.

Il suo secondo matrimonio le ha invece donato la serenità meritata. Tanto amore, al punto da sacrificare una parte di sé per il bene dell’altra. È quanto fatto da Erwin Bach, noto discografico, con il quale la relazione iniziò a metà degli anni Ottanta, e che le chiese di sposarlo nel 1989.

Sono trascorsi molti anni prima delle nozze, giunte infine nel 2013. Dalla serenità al dramma, con le condizioni di salute della Turner tragicamente peggiorate. Un ictus, un tumore all’intestino e un’insufficienza renale, che l’hanno portata a considerare seriamente il suicidio assistito (legale in Svizzera, dove si è trasferita con Erwin).

Sopravvissuta all’ictus e battuto il cancro, la star si ritrova dinanzi a una scelta: dialisi o trapianto. A quel punto Erwin le offre uno dei suoi reni: Un’offerta enorme, che mi ha sopraffatta. Lo amo, così provai a farlo ragionare, sottolineando la serietà dell’intervento e la sua irreversibilità. Mi disse che il suo futuro era il nostro”. Quando l’amore ti salva la vita… per davvero.

Tina Turner
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/TinaTurner/09

Tina Turner, le condizioni di salute

L’autobiografia di Tina Turner, che affronta anche il dramma della morte di suo figlio, non è ancora nei negozi. Il Daily Mail ne ha però pubblicate alcune anticipazioni.

In queste si legge anche un’analisi della cantante, che a novembre compirà 79 anni, del proprio stato di salute attuale: “La mia avventura medica è lontana dall’essere conclusa. Lo so bene. Una volta affrontato un trapianto del genere, c’è sempre la sensazione di dover sostenere un nuovo esame. Ma sono ancora qui, lo siamo entrambi, più vicini di quanto potessimo immaginare. Questo è un motivo per festeggiare. Dopo tanti anni di paura e malattia, ora mi sto godendo la pura e semplice gioia di essere ancora viva”. 

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/TinaTurner/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 09-10-2018