Seconda esibizione improvvisata da Syria: dopo aver cantato a Milano, l’artista si è esibita allo Stadio Olimpico di Roma sulle note di I giardini di marzo.

Come aveva promesso, Syria ha concesso il bis. Dopo aver cantato nell’ultima domenica di gennaio 2021 nella Galleria Vittorio Emanuele di Milano, si è ripetuta in un’altra location molto prestigiosa: lo Stadio Olimpico di Roma. La cantante stavolta ha approfittato della sua presenza come ospite per cantare l’inno della sua squadra del cuore, la Lazio, e ha regalato ai fan una nuova esibizione estemporanea sulle note di I giardini di marzo.

Syria canta I giardini di marzo all’Olimpico

Dallo Stadio Olimpico di Roma, Syria canta Giardini di marzo, 7 febbraio 2021“. Così si legge sui social della cantante, per il secondo appuntamento del progetto #iocanto nato da un’idea della stessa Cecilia e di Valentina Nervi. L’artista ha ringraziato di cuore tutti quelli che hanno permesso la realizzazione di questo nuovo video.

Syria
FONTE FOTO: https://www.instagram.com/syriaofficial

La sua performance è piaciuta tantissimo ai fan che hanno applaudito alla sua iniziativa. E ora ci si aspette nuovi appuntamenti. D’altronde, la stessa Syria ha scritto: “Prossimamente in altri angoli delle città“. Dove la rivedremo la prossima settimana? Di seguito il video della sua esibizione:

Syria canta nelle città italiane

Già in un’intervista a DiLei.it l’artista romana aveva dichiarato che il suo gesto voleva essere un grido di libertà, una risposta all’esigenza di cantare, un’esigenza comune a tutti coloro che vivono di musica e amano la musica. La sua iniziativa, denominata #iocanto, è anche un invito rivolto ai colleghi a seguire il suo esempio: “Cosa c’è di più bello che uscire in punta di piedi, in un angolo della propria città, e cantare… Anche con una chitarra, pure di notte, purché si faccia!“.

FONTE FOTO: https://www.instagram.com/syriaofficial

TAG:
Syria

ultimo aggiornamento: 08-02-2021


Laura Pausini protagonista di un documentario su Prime nel 2021

Sanremo 2021: anche Random punta a stupire con Torno a te