Salmo ha parlato della genesi del suo nuovo album Flop, confessando di aver fatto uso di psicofarmaci dopo essersi lasciato con la sua ex.

Non è stato un periodo facile quello della pandemia per Salmo. Ma dalla sofferenza, dal dolore e dalla solitudine è nato il suo ultimo successo, l’album Flop. Lo ha confessato lo stesso rapper di Olbia, raccontando a pochi giorni dalla pubblicazione del disco tutti i segreti che hanno portato alla scrittura di questo nuovo lavoro. Ecco la sua confessione su Instagram, tra psicofarmaci e rotture dolorose.

Salmo
Salmo

Salmo ha fatto abuso di psicofarmaci durante la pandemia

Flop è un album che racconta la paura dell’insuccesso, l’altra faccia della luna di chi vive sotto i riflettori, costretto a raggiungere sempre determinati standard. Ma è anche un album figlio della pandemia, che ha denominato uno dei periodi più bui della vita del rapper sardo.

Racconta lo stesso Marcello: “In quel periodo mi sentivo destabilizzato, completamente, come tutti. Cancellarono il tour mondiale per la pandemia e come se non bastasse il rapporto con la mia ex finì da lì a poco. Sono sprofondato in un buco nero e non mi vergogno a dire che ho dovuto fare un ciclo di psicofarmaci per riprendermi“. Salmo ammette di aver rischiato di perdere la salute mentale, ma per fortuna questo disco gli ha salvato la vita.

Chi era l’ex fidanzata di Salmo

La ragazza cui ha fatto riferimento il rapper, sempre molto attento alla sua privacy, è Greta Menardo. Splendida campionessa di kitesurf classe 1998. Della loro storia aveva parlato per la prima volta la stessa ragazza nel novembre 2020, attaccando l’artista per il suo comportamento e accusandolo di averci provato con alcune sue amiche mentre stavano insieme. Un epilogo non proprio felice per una relazione che è stata importante per entrambi. Di seguito il video di Kumite:

ultimo aggiornamento: 06-10-2021


“Che palle…”: il messaggio di Ultimo sulla salute mentale conquista i fan

Tiziano Ferro, lacrime di gioia sui social: “Doppia promozione!”