Renato Zero: una poesia per Ennio Morricone sui social

Renato Zero scrive una commovente poesia per Ennio Morricone

Renato Zero, la poesia per Ennio Morricone: il cantautore romano ha omaggiato il compianto compositore con un testo emozionante.

Renato Zero ha scritto una commovente poesia per Ennio Morricone! Tra i tanti artisti che hanno sofferto per la morte improvvisa il 6 luglio del compositore romano, c’è ovviamente anche il cantautore capitolino, che Ennio lo aveva conosciuto da vicino.

Per ricordare il suo maestro, Renato ha voluto quindi creare un componimento poetico per accompagnare una clip pubblicata sui social. Ecco le splendide parole di Zero!

Renato Zero: una poesia per Ennio Morricone

Il noto cantautore romano ha scelto di rendere onore alla memoria del maestro Morricone pubblicando sui social una foto accompagnata dalle note di Pura luce, un brano tratto dall’album La curva dell’angelo del 2001 in cui erano presenti archi scritti e diretti dallo stesso Ennio.

Renato Zero
Renato Zero

Il cuore della sua dedica è però una poesia scritta in onore di un uomo e un artista indimenticabile. Ecco le parole di Renato in dialetto romanesco:

Ennio che nun sei artro.
Che artro qui nun ce serve…
Pe dì che abbasti ar monno.
Che tu servi alla gente.
Je smovi l’interiora.
Je scombussoli er core.
Li fai senti importanti.
Je scateni l’amore…
Ennio che nun s’arresta
Ch’è ‘n fiume sempre in piena.
So partiture scritte
da un’anima assai pura
Tu fijo de na Roma
che soffre ma non trema
Spavalda e compagnona
tra un vaffa e ‘na preghiera.
Ennio che nun te pieghi
Che non te fai fregà
Perché hai avuto in dote
er genio e la sincerità!

Di seguito il post di Renato:

Ennio Morricone: l’omaggio di Antonello Venditti

Non solo Renato Zero. La memoria di Ennio è stata omaggiata da tutto il mondo della musica e del cinema italiano e non solo. Tra i tanti che gli hanno voluto dedicare dei versi ci sono stati ovviamente tutti i figli di Roma come lui. Ad esempio, anche Antonello Venditti, che ha scritto per lui questa lettera:

Le parole non bastano a definirti e a circoscrivere il campo delle emozioni che sei riuscito a creare. Oggi però è solo dolore, infinito e tenerissimo quello che mi pervade. Ciao amico mio e del mondo!“.

ultimo aggiornamento: 07-07-2020