Splendida notizia per Lele Spedicato, il chitarrista dei Negramaro: la moglie Clio Evans è incinta.

La famiglia Negramaro si allarga! Lele Spedicato e la moglie Clio Evans sono in attesa del loro secondo figlio. Una notizia splenida, magica, che arriva nel giorno più speciale di tutti per la loro famiglia, quello del compleanno sia del chitarrista che della consorte. Un annuncio seguito ovviamente da una pioggia di auguri da parte di amici e colleghi (da Diodato a Emma), e non solo per i due compleanni.

Lele Spedicato
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/MrLeleOfficial/

Negramaro: secondo figlio per Lele Spedicato

A dare la notizia è stato il musicista attraverso un post su Instagram. Facendo gli auguri alla sua Clio, che oggi festeggia 40 anni, ha mostrato una loro foto insieme, con le sue mani sul suo pancione. Queste le sue parole: “Oggi è il giorno perfetto per condividere con tutti i nostri amici la notizia che la famiglia si allarga. Da aprile saremo in quattro“.

Uno splendido annuncio che è stato commentato anche dai Negramaro sui social: “Tanti auguri al nostro Lele a Clio! Nel giorno del vostro compleanno la notizia più bella… la famiglia Negramaro si allarga“. Un post che ha ottenuto tantissimi like e commenti.

Lele Spedicato: dal malore alla gioia

Una notizia ancora più importante per il 41enne Lele e Clio, che hanno sfiorato la tragedia negli ultimi anni. Il chitarrista, proprio poche settimane prima della nascita del primogenito Ianko, era stato infatti colpito da un malore, un’emorragia cerebrale che avrebbe potuto costargli anche la vita. Invece, con l’aiuto anche della sua consorte, è piano piano tornato alla vita, e oggi può dirsi una persona doppiamente fortunata, consapevole di quanto sia prezioso il dono che ci è stato fatto. Non resta che fare gli auguri a entrambi!

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/MrLeleOfficial/

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 26-10-2021


Mika condurrà l’Eurovision 2022? Il cantante esce allo scoperto

Tiziano Ferro ha avuto il Covid. La confessione: “È stato orrendo”