È morto Giovanni Pezzoli, batterista degli Stadio: aveva 70 anni. Ne hanno dato notizia gli altri componenti della band.

Giovanni Pezzoli non ce l’ha fatta. Il grande lottatore degli Stadio, ha dovuto arrendersi a un male più grande. Il 29 dicembre, all’età di 70 anni, ci ha lasciati. È morto, lasciando un grandissimo vuoto nel cuore della sua band, di tutti i suoi fan, ma anche delle tantissime persone con cui aveva lavorato o a cui aveva voluto bene. Lo hanno comunicato gli altri membri del gruppo di Gaetano Curreri: “Alle 21 di questa sera purtroppo Giovanni ci ha lasciato. I nostri pensieri e i nostri cuori sono pieni di dolore! Vogliamo ricordarlo con il suo sorriso e la voglia di fare musica per farci e farvi divertire. Ciao Giovanni“.

È morto Giovanni Pezzoli

Non si conoscono le cause ufficiali del decesso del batterista e cofondatore degli Stadio. L’artista era tornato in ospedale nel mese di giugno dello scorso anno per degli accertamenti, e il 27 novembre di quest’anno, con un messaggio sui social, la band aveva sottolineato quanto la situazione fosse delicata, e aveva invitato tutti i fan a pensare a lui con positività, per potergli essere di aiuto.

batteria
batteria

La situazione sembrava leggermente migliorata a inizio dicembre, il 7, quando il gruppo aveva pubblicato un post con una foto dell’artista con il respiratore, mentre abbozzava un sorriso e mostrava il pollice alzato. Lo scatto era accompagnato da queste parole: “Durante la battaglia non è importante vincere o perdere, ma battersi, e il nostro Gio è un great fighter!

Chi era Pezzoli

Nato a Bologna il 14 maggio del 1952, Giovanni aveva fondato gli Stadio insieme all’amico Gaetano Curreri nel 1981. La band era rimasta sempre al centro del suo percorso musicale e proprio con i suoi compagni d’avventura aveva ottenuto la più grande soddisfazione della sua carriera, la vittoria di Sanremo nel 2016 con Un giorno m dirai.

Leggi anche
10 anni senza Lucio Dalla, il cantautore che conquistò il mondo

Nel corso della sua carriera aveva però collaborato anche con moltissimi altri artisti legati al “mondo Stadio”. Appare ad esempio in alcuni dei primi album di Vasco Rossi, altro suo grande amico, e per un certo periodo fu il batterista del mentore della band bolognese, Lucio Dalla.

Riproduzione riservata © 2023 - NM

ultimo aggiornamento: 30-12-2022


Gianni Morandi ricorda l’amica scomparsa: “Il suo sorriso non si spegneva mai”

Morte Pelé: il ricordo commosso dei cantanti italiani