Mika torna sulle dichiarazioni sull’Eurovision di alcuni anni fa: il cantante spiega perché ha cambiato idea.

Tra i protagonisti di questo Eurovision Song Contest 2022 c’è sicuramente Mika. Il cantante libanese è l’assoluto padrone di casa dell’evento insieme a Laura Pausini e Alessandro Cattelan. Un artista che in pochi avrebbero mai immaginato di vedere su quel palco, specialmente in qualità di conduttore. Il motivo? Alcune dichiarazioni rilasciate dallo stesso cantante di Grace Kelly a Radio RTL France alcuni anni fa, nel 2015.

All’epoca il giudice di X Factor si lasciò andare a parole molto dure sullo show, come queste: “La maggior parte delle canzoni che sono all’Eurovision sono vergognose. Sono una mer*a. Non credo sia consentito portare canzoni migliori“. Critiche che avevano fatto molto rumore ma che, secondo Mika, andrebbero contestualizzate con il momento.

Mika cambia idea sull’Eurovision

Invitato quattro volte a partecipare allo show come rappresentante del Regno Unito, Mika negli scorsi anni aveva sempre rifiutato. Quando però gli è stato proposto di condurre l’evento a Torino, non ha avuto dubbi. E in conferenza stampa ha spiegato il motivo di questo suo cambio di rotta.

Alessandro Cattelan, Laura Pausini e Mika
Alessandro Cattelan, Laura Pausini e Mika (ph. Brunetti)

A deluderlo dell’Eurovision non era infatti l’Eurovision in sé, quanto alcune canzoni: “Ho guardato l’ESC da sempre, ho amato molte cose ma ce ne sono altre che non mi sono piaciute, esattamente come per chiunque abbia visto questo evento negli anni. La cosa fa parte del processo“.

Inoltre, secondo l’artista libanese le cose sono andate molto migliorando nel corso di questi ultimi anni, complice l’innesto dell’Australia e la globalizzazione del format, ripreso recentemente anche negli Stati Uniti con l’American Song Contest: “Tanti elementi produttivi hanno fatto fare un salto in avanti a Eurovision, è diventato una competizione per vedere quale Paese possa fare meglio del precedente nell’organizzazione“.

Il Libano parteciperà all’Eurovision?

In chiusura di conferenza stampa è stato chiesto all’artista se ci sarà posto in futuro anche per il Libano, suo Paese d’origine, all’Eurovision. In passato in effetti fu ad un passo dalla partecipazione, in particolare nel 2005. Quando però rifiutò di trasmettere l’esibizione di Israele, venne squalificato per tre anni.

Al riguardo, Mika è perentorio: “Che il Libano non partecipi è una vergogna, sarebbe bellissimo. (…) Il Libano è una finestra del Medio-Oriente sul Mediterraneo. Vorrei rivederli in futuro, se succedesse ne sarei felicissimo. Se potessi anche aiutare in qualche modo lo farei“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Mika

ultimo aggiornamento: 11-05-2022


Eurovision, clamoroso retroscena: Macron voleva far squalificare i Måneskin

Eurovision 2022, Gianluca Ginoble positivo al Covid: l’esibizione de Il Volo diventa ‘virtuale’