Mika al Giffoni racconta i suoi progetti: musica, film e un’autobiografia

Al Giffoni Film Festival, Mika ha incontrato i ragazzi e raccontato i suoi progetti futuri: tra questi c’è anche un film, oltre allo show targato Rai.

È stato ospite al Giffoni Film Festival e lì si è raccontato a tutto tondo: Mika ha tanti progetto per il futuro, nel mondo della musica ma non solo. Dopo aver scelto di interrompere l’esperienza ad X Factor (non sarà più giudice del talent di Sky come accaduto nelle ultime edizioni) si sta concentrando sul tour in corso, sul nuovo album ma anche su tre nuovi progetti. Innanzitutto il film per il quale è stato scelto: “Qualche mese fa sono andato a un casting, ho fatto un provino e ai produttori è piaciuto”. Così Mika ha parlato della possibilità che già entro la fine del 2016 possano cominciare le riprese del film che segnerà il suo debutto. Non solo, visto che in programma nei prossimi mesi c’è l’uscita di una autobiografia alla quale sta lavorando e che a novembre debutterà in Rai con uno show tutto suo.

La musica come sfogo e terapia

A chi lo ha accolto al Giffoni, però, Mika ha parlato soprattutto della sua musica e dell’aiuto che è stato per lui questo lavoro: “E’ stato un modo per superare momenti difficili e dolorosi. Anche se c’è del pubblico davanti ai quali non è sempre facile parlare di sessualità, traumi, della storia della mia famiglia. Spesso mi trovo a cantare in certi Paesi dove i temi che tratto sono vietati, ma per me la musica è una terapia, una bandiera”.

E a tal proposito ha raccontato qualche aneddoto, in particolare uno che risale a quando aveva circa 17 anni: ”Quando ero in una scuola per alcuni aspetti molto bella, perché c’era molta musica, facevamo teatro e opera, da Benjamin Britten a Verdi, ma orribile per altri, a causa di alcuni ragazzi. Covavo in me una rabbia pericolosa, avrei potuto fare qualcosa di tremendo, del male a me stesso o agli altri. Ho trasformato quell’energia distruttiva in qualcosa di più bello, attraverso la musica. Ho capito che quella era la strada”.

Il nuovo album

Concentrato sui mille progetti che lo attendono, Mika ha da poco concluso il tour durato 18 mesi, con ultima tappa a Parigi. Nel frattempo, come detto, lavorerà all’autobiografia: “Avevo quasi finito, ma ho trovato altri spunti. E’ la prima volta che mi racconto in un libro, voglio che sia bello”.
Ha chiuso l’incontro con qualche suggerimento: “Piu’ che concentrarsi sul futuro bisogna stare attenti a quello che ti accade nel presente. Bisogna cercare l’eccellenza, senza paura di fallire. Vi deve spaventare solo la mediocrità”.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 25-07-2016

Ivana Crocifisso