Mark Hoppus è tornato a parlare della malattia e ha confessato di aver pensato al suicidio. Sulla reunion con Tom DeLonge la sua risposta riscalda i fan.

Non è stato un anno semplice l’ultimo per Mark Hoppus. Il bassista e fondatore dei blink-182 nell’aprile 2021 ha scoperto di avere un linfoma al quarto stadio. Dopo mesi di chemio, trattamenti e momenti molto difficili, con la sua vita in bilico, è riuscito a superare la malattia, almeno momentaneamente. Ma la battaglia è stata dura, e in alcuni momenti Hoppus avrebbe voluto davvero farla finita. Una confessione dolorosa che ha sconvolto i fan, rincuorati però da una mezza notizia: non è del tutto impossibile una reunion con Tom DeLonge.

Mark Hoppus confessa suicidio e depressione

Ero nel nostro soggiorno a piangere e a dire a mia moglie che non ce l’avrei fatta“, ha confessato al magazine People Hoppus, aggiungendo: “Lei allora mi chiese: cosa stai pensando di fare, ucciderti? Ed era proprio a quello che stavo pensando“.

basso
basso

Il desiderio con farla finita con la sua vita era d’altronde frutto di un problema più insidioso: la depressione. Per mesi è stato assillato da un senso di tristezza profondo, perché non riusciva più a fare le cose più semplici della vita. Gli mancava l’energia e riusciva solo a stare sul divano, cercando di superare la giornata: “Ho avuto la peggiore nebbia cerebrale della mia vita. Una sera ero a tavola con alcuni amici e mi sono addirittura reso conto che non riuscivo a ricordare il nome di uno degli invitati“.

Reunion per i blink-182?

Ora che le cose vanno molto meglio e che Mark è sostanzialmente fuori pericolo, l’artista ha voluto ringraziare tutti coloro che lo hanno aiutato in questo periodo e che gli hanno permesso di andare avanti. Tra queste persone, ovviamente, la moglie Skye Everly, che gli è sempre stata accanto con la sua schiettezza e la sua energia. Ma anche alcuni amici, quelli vicini e quelli lontani, come Tom DeLonge, ex chitarrista dei blink-182.

Tanto è bastato ai fan per far sognare ai fan una reunion della formazione classica della band. Un’ipotesi che Hoppus non esclude del tutto, dopo aver incontrato Tom insieme a Travis Barker: “Ci siamo rivisti, tre amici seduti in una camera. Continuo a scrivere musica e sono aperto alla prossima fase dei blink-182, qualsiasi essa sia. Ho speranza nel futuro. Sono già grato di essere qui“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Rock

ultimo aggiornamento: 19-08-2022


Kanye West nella bufera per una collezione di abiti “ispirati ai senzatetto”

Eros Ramazzotti e Michelle vicini anche d’estate: i fan continuano a sognare un ritorno di fiamma