Malika Ayane sfiorata da una bottiglia a Napoli, nel corso di una trasmissione sul precariato: “Mi sentivo fuori luogo”

Malika Ayane, ospite della trasmissione Rai “Parallelo Italia”, è stata sfiorata da una bottiglia lanciata da un gruppo di manifestanti nel corso di un dibattito sul precariato.

Stava cantando a Napoli, In piazza Municipio, ospite di Gianni Riotta e della trasmissione “Parallelo Italia” di Rai 3. Malika Ayane, però, ha dovuto abbandonare il palco, perché sfiorata da una bottiglia lanciata da qualcuno in platea. Platea composta per la maggior parte da lavoratori precari, proprio il tema affrontato nel corso della trasmissione tv, in diretta.
La cantante ha subito interrotto la propria esibizione (tornando poco dopo)  e Gianni Riotta ha condannato il gesto:”Vergognoso. Piuttosto prendetevela con me”.

Argomento della puntata un dibattito sul precariato: ospiti anche dei gruppi di lavoratori precari e pare che proprio da loro sia partito il lancio della bottiglia, in segno di protesta. “È molto triste – ha continuato Riotta – che la città di Napoli e le forze dell’ordine che sono qui non sono riuscite a garantirci una serata normale di dibattito”. Ovviamente il giornalista si è anche scusato con il resto del pubblico e con chi seguiva da casa l’evento. Oltre alle scuse nei confronti di Malika Ayane.

Ecco cosa ha scritto la cantante sul proprio profilo Facebook:

Facebook

Poche ore dopo sono arrivate le scuse dei manifestanti: pare che tutto sia nato dalla mancata concessione di uno spazio per intervenire nel corso della trasmissione. La Polizia ha identificato e denunciato tre persone:si tratta di tre militanti dell’ estrema sinistra, aderenti al gruppo “Reddito minimo di inserimento”, già denunciati in passato. Nella nota i manifestanti sottolineano che non c’era alcuna intenzione di colpire Malika Ayane alla quale, si legge, “non era rivolta né la nostra protesta né la bottiglietta (vuota) indirizzata a Riotta ed ai suoi ospiti ‘politici'”.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 23-07-2015