Madonna, il primo tatuaggio è per i figli: la cantante si è impressa le iniziali dei loro nomi sul polso, per averli sempre con sé.

A 62 anni compiuti, Madonna ha avuto la sua prima volta! No, non in ambito amoroso, ma in una trasgressione che nella sua vita, per il resto molto piena e non priva di eccessi, ancora le mancava: un tatuaggio. La cantante ha scelto di imprimere per la prima volta un marchio sulla sua pelle, e lo ha fatto dedicandolo ai suoi figli. Ha voluto infatti imprimersi sul polso le iniziali dei suoi sei figli: Lourdes, Rocco, David, Mercy, Stelle ed Esther.

Madonna: il primo tatuaggio

Non è mai troppo tardi, nemmeno per farsi un tattoo. Lo ha dimostrato ancora una volta la sempreverde Madonna, che ha scelto questo difficile 2020 per il suo primo tatuaggio, dedicandolo a tutti i suoi amatissimi figli.

Madonna
Madonna

Un gesto davvero tenero da parte della Regina del pop, che ha voluto condividere questo momento di gioia con tutti i suoi follower su Instagram. La cantante ha pubblicato infatti una foto di lei sul lettino del tatuatore, parafrasando il verso della sua Like a Virgintouched for the very first time“, trasformandolo in “inked for the very first time“,

Madonna e l’amore per i figli

Nonostante una vita di eccessi e amori travolgenti, la cantante non aveva mai voluto dedicarsi un tatuaggio. Nessuno era riuscito a convincerla. Ma l’amore dei figli ha vinto su tutto, e le ha fatto superare anche questo piccolo taboo.

D’altronde, in un anno così complicato come il 2020 Lady Ciccone è riuscita a comprendere ancora di più il valore delle cose importanti della sua vita, e al primo posto ha messo proprio i suoi figli. Lourdes, Rocco, David, Mercy, Stelle ed Esther sono le persone che le fanno battere maggiormente il cuore, e così la dolce mamma ha scelto di portarli sempre con sé, imprimendo il loro nome sulla propria pelle!

TAG:
madonna

ultimo aggiornamento: 09-12-2020


Iva Zanicchi contro il premier Conte: “Io sto morendo e lui parla della fidanzata”

Fedez ‘batte’ il Codacons: chiesta l’archiviazione per la querela ai suoi danni