Madonna dona 1 milione di dollari per la lotta contro il Coronavirus a un fondo solidale creato da Bill Gates.

Anche Madonna si aggiunge alla lista delle star che si sono mosse concretamente per combattere il Coronavirus. La regina del pop ha donato 1 milione di dollari a un fondo solidale creato da Bill Gates e sua moglie per trovare un vaccino in grado di sconfiggere il Covid-19.

Lo ha annunciato la stessa popstar, spiegando: “Abbiamo bisogno di proteggere i nostri operatori sanitari, le persone più vulnerabili e tutti i nostri amici e famigliari“.

Coronavirus: Madonna dona 1 milione di dollari contro il Coronavirus

L’artista ha annunciato di essere rimasta molto colpita dal lavoro della fondazione di Bill e Melinda Gates per la ricerca di un farmaco contro il Covid-19, e ha deciso quindi di appoggiarla concretamente con un una donazione importante.

La cantante ha quindi mandato un messaggio a tutti gli operatori impegnati in prima linea nella lotta al Coronavirus: “Mando un grande abbraccio colmo di gratutidine e forza alle persone coraggiose che sono in prima linea, i medici e gli specialisti che stanno proteggendo le nostre comunità, chi soffre e chi è più vulnerabile. So che molti di voi avranno già sentito questa frase trilioni di volte. Ma ve lo ripeto: state a casa. La paura non ci porterà da nessuna parte. Ho fiducia negli esseri umani, ce la faremo“.

Madonna
Madonna

Madonna manda un messaggio all’Italia

In questi giorni di emergenza Coronavirus la cantante si sta dedicando molto al mondo dei social, per mostrare anche la sua vicinanza a tutti i suoi fan.

E tra i suoi post ce n’è uno anche dedicato all’Italia, accolto positivamente nel nostro paese. Si tratta della ricondivisione di un vidieo in cui spiegano agli inglesi cosa sia il ‘panaro solidale’ di Napoli, con scritto nella caption: “God Bless You Italy / Dio ti benedica Italia“. Ecco il post:

TAG:
coronavirus madonna people

ultimo aggiornamento: 06-04-2020


Il racconto shock di Duffy: “Sono stata rapita, drogata e violentata”

Mahmood racconta la sua quarantena: “Ogni tanto io e mia madre ci scanniamo”