Tanti auguri Orietta Berti, l’usignolo di Cavriago

Alla scoperta di alcune curiosità sulla vita privata e sulla carriera di Orietta Berti, l’usignolo che ha preso il volo con le canzoni di suor Sorriso.

Orietta Berti (data di nascita 1 giugno 1943), è una cantante italiana. Soprannominata l’usignolo di Cavriago, Orietta ha consegnato alla canzone italiana capolavori come Finché la barca vaTu sei quello, Romagna mia Io, tu e le rose.

La carriera di Orietta Berti: gli inizi all’insegna di suor Sorriso e la scaramanzia di Modugno

Nata e cresciuta a Cavriago, il paese dove campeggia ancora il busto di Lenin, Orietta Berti perde il padre a causa di un incidente d’auto e si trasferisce, per volere della mamma, in una pensione gestita dalle suore. Coprifuoco alle sei del pomeriggio e regole rigide, non proprio le condizioni migliori per vivere una metropoli e soddisfare le naturali curiosità di una ragazza di provincia.

A proposito di monache. Il primo contratto musicale firmato da Orietta (con l’odierna Philips, prima Polydor) prevedeva che la Berti cantasse in italiano le hit di suor Sorriso, ossia Jeanne-Paule Marie Deckers, religiosa e cantante belga che ha avuto un grande successo intorno alla metà degli anni Novanta.

Nella sua carriera non mancano aneddoti legati ai grandi cantanti della musica internazionale. Orietta Berti ha raccontato che, negli Stati Uniti per diciannove concerti, ha improvvisato un concerto napoletano con Claudio Villa. I due avrebbero dato fondo al repertorio della musica partenopea dando spettacolo in strada. Risultato? Stando a quanto raccontato da Orietta, sembra che i due siano stati riconosciuti. Pensando che fossero caduti in disgrazia, qualcuno li avrebbe anche invitati a casa per un pasto caldo. Ospitalità americana, roba d’altri tempi…

Altro episodio ricordato con grande divertimento dalla nostra Orietta Nazionale riguarda Modugno, storico vincitore del Festival di Sanremo. Durante le prove di Canzonissima, il cantante avrebbe costretto Orietta Berti a togliersi le scarpe. Il motivo? Indossava delle scarpe viola, un colore non particolarmente amato dalle persone scaramantiche. Morale della favola, Orietta Berti fu costretta a farsi prestare le pantofole dalla sarta.

Non solo musica. Tra le passioni della cantante ci sono quelle per gli abiti da notte e le scarpe, di cui è una grande collezionista. Nonostante non sia una grandissima cuoca – o almeno così sembra -, la cantante ha accettato di partecipare a MasterChef. Orietta Berti in fondo può tutto.

Orietta Berti
Fonte Foto: https://www.instagram.com/bertiorietta/

La vita privata di Orietti Berti: il primo incontro con Osvaldo… e il suo pezzo di formaggio

Il marito di Orietta Berti è Osvaldo Paterlini. Lei lo avrebbe conquistato con un caffè al cioccolato. Lui portò in regalo un pezzo di formaggio che fece un ottimo effetto sul nonno di lei. Più dubbiosa la nonna invece che, vedendo il ragazzo particolarmente magro, avrebbe avuto avuto dei dubbi sul suo stato di salute.

Le strategie d’amore si sono rivelate comunque vincenti visto che i due si sono sposati nel 1967 e dalla loro relazione sono nati Omar e Otis, i due figli di Orietti. Non è un caso, bensì una tradizione, che in famiglia tutti i nomi inizino con la lettera O.

Prima dell’inizio della relazione con Osvaldo, si era parlato di una relazione tra Orietta Berti e Teo Teocoli. La cantante ha sempre negato che tra i due ci fosse una storia ma ha rivelato che il comico era decisamente il più bello e simpatico della comitiva.

Di seguito il video di Tu sei quello di Orietta Berti:

Fonte Foto: https://www.instagram.com/bertiorietta/

Rimani sempre aggiornato sul mondo della musica, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 31-05-2018

Nicolò Olia