Dalla box… al successo: scopriamo di più su Gianni Morandi!

Perché i Green Day si chiamano così?

Sapevi che fu la box a portarlo al successo? Scopriamo di più sull’intramontabile Gianni Morandi!

Musicista, cantante, presentatore, ma sopratutto pietra miliare della storia della musica e della televisione italiana, Gianni Morandi ha attraversato le generazioni mantenendo sempre intatto il suo stile, senza mai perdere il suo sorriso e quella faccia da bravo ragazzo che lo ha contraddistinto ai tempi dei suoi esordi negli anni Sessanta.

E col tempo, Gianni ha saputo conquistare anche i giovani e tutti coloro che non lo hanno vissuto quando era sulla cresta dell’onda. E questo grazie sopratutto alla sua immagine sincera e spensierata che traspare con facilità dai suoi profili social, ma anche con la cosa che sa fare meglio: la musica. La collaborazione fra Gianni Morandi e Rovazzi, Volare, è l’esempio di come l’artista sia sempre stato in grado di stare al passo coi tempi, di evolversi, di mettersi in discussione, sempre con grande entusiasmo ed energia.

Scopriamo di più sulla vita dell’eterno ragazzo Gianni Morandi, fra gli ospiti più attesi della Sessantesima edizione del Festival di Sanremo!

Gli inizi, dal pugilato alla musica

A vederlo oggi sembrerebbe ancora un ventenne pieno di energie. Ma quanti anni ha Gianni Morandi? Il cantante nasce a Moghidoro, in provincia di Bologna, l’11 dicembre 1944, da padre ciabattino di professione e madre casalinga. Da piccolo, il giovane Gianni comincia a vendere bibite per guadagnarsi da vivere, ma tra un lavoretto e l’altro il ragazzo ha già le idee chiare su quello che vuole fare, e comincia ad esibirsi nel suo paese a qualche festa e sagra di paese.

Ma tra la musica e le bibite, Morandi rischierà di diventare pugile! Erano gli anni Sessanta, e durante un concerto a Bellaria il giovane fu visto da un certo Sig. Lionetti, che fu attratto non tanto dalla voce del ragazzo… ma dalle sue braccia lunghe e dalle mani grandi!

Così Lionetti convinse Gianni a provare a cimentarsi nell’arte del pugilato; tuttavia l’esperienza durò ben poco. Morandi, infatti, voleva fare il musicista, e di prendere pugni in faccia non ne aveva la minima intenzione. La cosa curiosa è che Lionetti non solo accettò la sua decisione, ma gli procurò anche un provino presso la discografica RCA: «La vita è veramente strana, attraverso il pugilato arrivai alla musica», ha raccontato il cantante su un suo post su Facebook.

Gianni Morandi
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/giannimorandiofficial/

Le prime canzoni di Gianni Morandi

E proprio dopo il provino arriva l’esordio discografico di Gianni Morandi, Andavo ai cento allora, brano uscito nel 1962 e che anticipa di qualche mese il primo vero singolo di successo: Fatti mandare dalla mamma.

La canzone diventa celebre in pochissimo tempo e Gianni Morandi si ritrova investito dal successo: trasmissioni tv, lettere d’amore di ragazzine impazzite, concerti e tanto altro. La vera e propria consacrazione arriva nel 1964, quando vince il Cantagiro con un’altra grandissima canzone: In ginocchio da te. E pensare che il pezzo diventerà talmente popolare che poco dopo verrà girato un film con lo stesso titolo.

Arriverà poi il matrimonio con la sua prima moglie Laura Efrikian, la leva militare, ma anche il grande ritorno con la vittoria a Canzonissima nel 1966 con il pezzo Non sono degno di te, oltre al secondo Cantagiro vinto con il brano Notte di Ferragosto. E l’anno più tardi sarà la volta di uno dei più famosi pezzi in assoluto di Gianni Morandi: C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones, uno dei primi brani impegnati del cantante.

Da quel momento il cantante non sarà più in grado di fermarsi, continuando disco dopo disco a cantare alcuni dei più grandi successi nostrani (basta ricordare solo alcune delle più grandi canzoni di Gianni Morandi: Uno su mille, Si può dare di più, Ma chi se ne importa e tanti altri celebri titoli) e arrivando a oltre 50 milioni di copie vendute in tutto il mondo, 45 raccolte e 38 album pubblicati.

Ecco il video ufficiale di un altro suo grande successo: Banane lamponi!

Gianni Morandi: la vita privata del cantante

La prima moglie di Gianni Morandi è stata Laura Efrikian, bellissima attrice e annunciatrice televisiva che il cantante ha conosciuto sul set del film In ginocchio da te. I due si sono sposati nel 1966, proprio l’anno prima della partenza di Gianni per andare a fare il militare. Con Laura, Gianni ha avuto tre figli: Marco, Marianna e Serena, la primogenita scomparsa subito dopo il parto a causa di una grave crisi respiratoria.

La loro relazione finisce nel 1979, ma i due rimarranno in buoni rapporti: «Spesso ci si sposa sull’onda di entusiasmi giovanili, poi qualcosa si perde. Forse il mio amore era destinato a finire perché c’era stato troppo, di tutto», ha dichiarato l’attrice parlando del suo ex amore.

Dopo Laura, Gianni Morandi incontra Anna Dan, attuale moglie del cantante. Alcuni raccontano che i due si sarebbero conosciuti a Bologna, mentre Gianni disputava una partita di calcio e Anna sedeva in tribuna. Ma ecco cos’ha dichiarato Morandi durante un’intervista a Barbara D’Urso:

«Sono già 24 anni che sto con Anna, l’ho conosciuta a Bologna, ero lì per un disco. La incontrai in uno studio di registrazione. Mi sorprese molto, i suoi occhi mi colpirono. Rimasi folgorato».

Tuttavia, che sia stato in uno studio o in un campo da calcio, alla fine, poco cambia: fra i due fu davvero un colpo di fulmine! Anche se a dirla tutta, non fu affatto facile conquistare la bella Anna: «Lei mi diede un numero di telefono sbagliato. Io cercai di rintracciarla. Bussai alla sua porta e le chiesi perché del numero sbagliato. Da lì, iniziò il nostro rapporto», ha continuato Gianni nell’intervista.

E da quel giorno, i due cominciarono a frequentarsi, fino ad arrivare alle nozze nel 2004. Fu un matrimonio segreto, il loro, con solamente pochi amici intimi e i famigliari presenti.

Molto prima delle nozze, nel 1997, Gianni Morandi e Anna hanno avuto un figlio di nome Pietro.

Lo sapevi che…

• Molti giovani conoscono Gianni Morandi per Facebook e per la sua particolare gestione del profilo, dove il cantante posta regolarmente foto della sua vita quotidiana, preoccupandosi di rispondere personalmente, con l’aiuto di Anna, a tutti i commenti dei suoi fan. Una trovata commerciale? Nient’affatto!

Il cantante ha infatti rivelato come lui abbia sempre tenuto un diario scritto a mano, e che a un certo punto abbia deciso di spostarsi su Facebook per rimanere in maggiore contatto con la gente. Proprio per questo ogni suo post comincia con una data, proprio come se fosse un “sincero diario virtuale”.

• Gianni Morandi, che mani… giganti! Il cantante è famoso per avere delle mani di dimensioni esagerate, ed è solito parlarne o postare foto ironiche a riguardo. Insomma, sicuramente non è l’autoironia a mancargli!

• Nonno ideale…e non solo! Gianni Morandi ha ben 5 nipoti, ai quali ha più volte dichiarato di essere molto legato. Ma evidentemente, i suoi nipoti non sono i soli ad apprezzarlo per il suo ruolo di “nonno”. Nel 2015, in occasione della Festa dei Nonni, Gianni è stato votato come Nonno ideale in un sondaggio lanciato dal sito Babysharing. Quasi il 40% degli utenti avrebbe votato per il cantante.

• Sebbene il suo successo sia arrivato prestissimo, negli anni Settanta Morandi ha deciso di intraprendere gli studi di contrabbasso al Conservatorio, conseguendo il diploma finale. Pare anche che questa sua scelta abbia condizionato la sua relazione con la prima moglie Laura, che dopo una pausa del marito dai concerti sperava di poter recuperare il tempo perduto.

• Oltre alla musica, un altro grande amore di Gianni è lo sport. Tifoso della squadra di calcio del Bologna, il vero pallino del cantante, come molti sanno, è la corsa. Pensate che dagli anni Novanta ha corso in più di dieci maratone e quaranta mezze maratone. Proprio niente male!

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/giannimorandiofficial/

Rimani sempre aggiornato sul mondo della musica, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 31-01-2018

Lorenzo Martinotti