In seguito alla faida che li ha coinvolti nelle scorse settimane, i rapper Simba La Rue e Baby Touché sono stati arrestati.

La faida tra rapper finisce con diversi arresti. Il comando provinciale di Milano ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare a carico di nove persone. Tra queste, anche alcuni rapper finiti sotto i riflettori nelle ultime settimane per vari episodi di violenza nell’ambito della loro rivalità. Si tratta ini particolare di Simba La Rue e Baby Souché. Ecco quali sarebbero i reati contestati ai due artisti e alle altre persone coinvolte.

Simba La Rue e Baby Touché sono stati arrestati

Tutti gli arresti sono avvenuti tra le province lombarde di Bergamo, Como e Lecco. Le persone arrestate sono state accusate di diversi reati, con diverse responsabilità. Si va dal sequestro di persona alla rapina con lesioni aggravate.

Rapper
Rapper

Oltre ai due rapper, sarebbe finito in manette anche Saida, accusato di aver sequestrato e picchiato il rivale Amagour. Lo testimonierebbe anche un video pubblicato sui social dallo stesso imputato. Tutti gli altri destinatari della misura sarebbero membri appartenenti alla gang di cui fa parte lo stesso Simba La Rue.

Cos’è successo tra Simba e Baby Touché

Come nella Los Angeles degli anni Novanta, in questi mesi in diverse province lombarde si è assistito a un’escalation di violenze che ha visto coinvolti a diverso titolo personaggi che circondano i due celebri rapper. Una ricostruzione di quanto accaduto prova a farla il quotidiano Il Giorno. Secondo quanto riferito dagli investigatori, tutto sarebbe partito da un video pubblicato su Instagram da Simba, in cui si vedeva Baby Touché sequestrato in un’auto e con il naso sanguinante.

Il rapper sarebbe stato accerchiato da una ventina di ragazzi in una strada di periferia, malmenato e quindi portato di forza in auto, per poi essere liberato un paio d’ore dopo. Le due fazioni contrapposte si sarebbero poi scontrate anche in Veneto, tra Vicenza e Padova, nella zona di residenza di Touché, dal canto suo colpevole di un grave episodio. Il 16 giugno sarebbe stato protagonista dell’accoltellamento di La Rue a Treviolo, in provincia di Bergamo, sotto la casa della fidanzata del rapper comasco. Si tratta di un episodio che però al momento non interessa i provvedimenti già emessi ed è sotto indagine.

Nel comunicato emesso dal gip e condiviso dagli organi di stampa si legge: “Gli odierni indagati vivono una totale astrazione dalla realtà che impedisce loro di percepire il disvalore e il peso delle azioni criminose poste in essere; questa continua sfida ad alzare sempre la posta in gioco, le continue e improvvise ritorsioni, sono ormai fortemente pericolose per la sicurezza pubblica“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 29-07-2022


La gioia incontenibile di Blanco: “Un sogno che si avvera, grazie”

Beyoncé accusata di furto da una famosa collega: “Hai preso una mia canzone, sono furiosa!”