Eurovision 2022: durante la prima semifinale è in programma un omaggio alla grande e indimenticabile Raffaella Carrà.

All’Eurovision 2022 sono previste emozioni a non finire, a partire dalla prima semifinale in programma il 10 maggio. Stando a quanto trapela, ci sarà infatti spazio durante la serata inaugurale per un sentito omaggio a una delle cantanti e showgirl italiane più amate in tutto il mondo: Raffaella Carrà.

Secondo le ultime indiscrezioni, la voce di A far l’amore comincia tu verrà celebrata all’interno dell’Interval Act, lo show dell’intervallo curato da Dardust, Benny Benassi, Sophie and the Giants e Sylvia Catasta. Un momento molto importante che vedrà come protagonista anche Laura Pausini.

L’Eurovision rende omaggio a Raffaella Carrà

L’Interval Act, come da tradizione, sarà il momento che dividerà il via alle votazioni da casa dallo stop al televoto, e avverrà subito dopo l’ultima esibizione in gara. Per intrattenere il pubblico, proprio in quei minuti saliranno sul palco moltissimi artisti, e verrà reso omaggio nella prima serata a Raffaella Carrà, un’artista che ha avuto anche a che fare in maniera diretta con l’Eurovision.

Raffaella Carrà
Raffaella Carrà

La cantante e conduttrice ha infatti giocato un ruolo decisivo, negli scorsi anni, per il ritorno dell’Italia in gara all’Eurovision dopo la pausa di oltre dieci anni del nostro Paese. Proprio per questo motivo, nel 2011, aveva condotto le dirette per la Rai e aveva annunciato i voti dell’Italia.

Cosa succederà nel momento per il ricordo di Raffaella Carrà

Non sappiamo nei dettagli cosa avverrà nel momento emozionante in cui Raffaella riceverà un doveroso tributo, ma a quanto pare a presentare questa parentesi ad alta intensità emotiva sarà Laura Pausini, che in Raffaella aveva visto una guida, un’amica, un idolo. Aspettiamoci ampio spazio per le canzoni iconiche dell’artista dal caschetto biondo, magari reinterpretate, in qualche modo, proprio dalla cantante di Solarolo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 10-05-2022


“Le cose andarono male e iniziai a drogarmi come un matto”: la confessione shock di J-Ax

Addio a Richard Benson: il chitarrista aveva 67 anni