Elettra Lamborghini e Afrojack festeggiano il primo anniversario di matrimonio con un romantico viaggio alle Maldive.

Dalle nozze dell’anno… è già passato un anno! Elettra Lamborghini e Afrojack, che dodici mesi fa univano le loro vite e regalavano grandissime emozioni a tutti i loro invitati e tutti i loro fan, stanno festeggiando il primo anniversario di matrimonio. E per farlo hanno scelto di godersi un po’ di romantico riposo con una sorta di seconda luna di miele, in una location decisamente differente dal lago di Como: le Maldive. Lo testimoniano gli scatti pubblicati sui social con tanto di ironia da parte di Miura: “Non posso lamentarmi…“.

Elettra Lamborghini
Elettra Lamborghini

Elettra Lamborghini alle Maldive

Sempre super ironica ma anche super sensuale, Elettra ha pubblicato alcune storie su Instagram e soprattutto un post in bikini che ha fatto impazzire i fan. Coperta da un bikini arancione l’ereditiera si è lasciata andare a una posa davvero sensuale, che ha lasciato tutti senza fiato.

Un post che arriva il giorno dopo quello ufficiale con una dedica per il suo Afrojack a un anno dal matrimonio: “Felice primo anniversario baby. Sono così orgogliosa dell’uomo che sei diventato, hai il cuore più grande del mondo. Tre anni di amore, rispetto e pieni di divertimento. Sono impaziente per il futuro. Ti amo“.

Le reazioni dei fan alla foto di Elettra alle Maldive

Ovviamente non è mancata una pioggia di like e commenti alla splendida foto di Elettra, più in forma che mai. Se lo stesso Afrojack, innamoratissimo, le ha scritto un caloroso “Bellaaaaa“, qualcuno è andato oltre: “Sei bona in tutte le foto su Instagram“. Non elegantissimo, ma sincero. E se qualcuno si è azzardato a paragonarla a un’entità superiore, citando una celebre canzone di Ariana Grande, c’è chi si è limitato a un commento carico d’invidia: “Beata te“. Di seguito il post:

Elettra Lamborghini

ultimo aggiornamento: 28-09-2021


Fedez e Vittorio Sgarbi, lite furibonda sui social: volano parole forti

Gigi D’Alessio, il figlio si difende: “A processo per un livido, adesso basta”