Chi è Cosmo, il professore di Storia che non ti aspetti

Alla scoperta di Cosmo, il professore di Storia diventato cantautore, l’artista che ha fuso Battiato con la musica elettronica.

Nato il 21 febbraio del 1982, Marco Jacopo Bianchi, in arte Cosmo, è un rivoluzionario della musica nel senso che ha aperto un nuovo filone musicale che fonde la tradizione dei maggiori cantautori italiani con la musica elettronica. Il risultato è assolutamente un qualcosa di visionario e innovativo. E pensare che prima era un professore di Storia e Italiano. Ma con la doppia vita.

La carriera di Cosmo, il professore di Storia e il visionario della musica

Quella di Cosmo non è una biografia travagliata come quella di molti suoi colleghi cantanti. Cresce in una famiglia ordinaria, il suo rapporto con i genitori è quello di quasi tutti i ragazzi che provano un amore profondo per la madre e in età adolescenziale si scontrano con il padre. Qualche immagine della sua vita familiare Cosmo ce la regala nella canzone Regata ’70, anche se ha sottolineato come per far conoscere a fondo suo padre non sarebbe bastato forse un romanzo, figuriamoci una canzone.

Marco inizia giovanissimo a scrivere le sue prime canzoni, poi mette su una band, i Drink To Me, che si perdono tra il rock e il pop anglo-americano. Il suo cuore da artista batte però per il cantautorato italiano, ed è per questo motivo che inizia a pubblicare su interne le cover dei suoi artisti preferiti, Battiato e Battisti su tutti.

Cosmo da cantante decide di seguire il suo istinto e pubblica il suo primo album da solista con canzoni scritte in italiano: emerge dalla massa di artisti in erba grazie a un genere che fonde la tradizione dei cantautori italiani con l’elettronica. Per molti è un Battiato 2.0, per altri un visionario prestato al mondo della musica. E in effetti le canzoni di Cosmo hanno quel tocco di psichedelico che ricorda i primi Pink Floyd.

Prima di dedicarsi esclusivamente al mondo della musica, che all’inizio non regala mai grandi soddisfazioni economiche, Cosmo era un professore di Storia e Italiano. Inizialmente andava a suonare con il gruppo nel fine settimana e il lunedì tornava al suo posto dietro la cattedra come se nulla fosse. Una sorta di supereroe dei fumetti con la doppia vita.

Nel mondo dei social network e dei video su YouTube il segreto è durato ovviamente ben poco per grande gioia dei suoi alunni che conoscevano le sue canzoni a memoria. Meglio delle materie che insegnava.

Cosmo
Fonte foto: https://www.facebook.com/cosmoitaly/

La vita privata di Cosmo: cantante di notte, di giorno papà

Padre di due figli, Cosmo dopo il successo ha di fatto rivoluzionato la sua vita privata. È iniziata di fatto per lui un seconda giovinezza: discoteche, pub, club e concerti la sera, marito e padre di giorno. La moglie di Cosmo, Antonietta, compare anche nel video della canzone Quando ho incontrato te.

Il cantante ha sempre presentato la donna come la persona più importante della sua vita, quella con la quale ha condiviso le sue passioni, la persona in grado di cambiare vita insieme a lui, passato in poco tempo da ordinario professore a stella nascente della musica.

[amazon_link asins=’B01DFPA7AO,B07894HB6C,8842822590′ template=’ProductCarousel’ store=’deltapictures-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7d0183b2-959f-11e8-9fd4-cbed9ca5e24c’]

Mia moglie spacca, non gliene frega se esco, se vado a suonare, se faccio lo scemo con gli amici – ha dichiarato Cosmo in un’intervista riportata da rockit.it. “Ovvio che non è più come prima, io stesso non ho voglia di strafare, coi bimbi si sta bene, soprattutto quando iniziano a camminare e giocare più creativamente”.

Di seguito il video di Quando ho incontrato te di Cosmo:

Fonte foto: https://www.facebook.com/cosmoitaly

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 06-08-2018