Ty è morto: il rapper britannico è stato ucciso dal Coronavirus

Coronavirus: morto Ty, rapper di 47 anni

È morto Ty, rapper britannico di 47 anni: l’artista era stato ricoverato negli scorsi giorni a causa del Coronavirus.

Un altro lutto nel mondo della musica è stato causato dal Coronavirus: è morto Ty, rapper britannico di 47 anni. Artista molto stimato nella schena hip hop d’oltremanica, era risultato positivo al Covid-19 qualche giorno fa e subito ricoverato in seguito ad alcune complicazioni.

Come riferito in una nota stampa, Ty era stato messo in coma farmacologico con la speranza che il suo corpo riuscisse a reagire positivamente. E le sue condizioni erano in effetti migliorate, tanto da fargli lasciare la terapia intensiva. Ma non è bastato.

È morto Ty

Ben Chijioke, figlio di immigrati nigeriani, era nato a Londra il 17 agosto del 1972. La sua carriera era iniziata nel 2001 con l’album The Awkward, ma il maggior successo era arrivato nel 2003, quando aveva dato alle stampe il disco Upwords, che era stato nominato anche per il premio Mercury insieme a Amy Winehouse e ad altri grandi artisti.

Il suo ultimo disco, Work of Heart, risaliva al 2018. Di seguito il video della sua Wait a Minute:

Chi era Ty: le reazioni alla sua morte

Artista molto amato e rispettato, specialmente tra gli amanti del rap britanico, Ty era considerato da molti una leggenda, e il vuoto lasciato dalla sua scomparsa è incolmabile.

Il collega Snips sui social ha commentato così la notizia della sua morte: “Una notizia terribile. Ty era una vera leggenda londinese“.

Anche Austin Darbo si è detto sconvolto per la sua morte, mentre Noel Clarke, che lo conosceva meglio di altri, ha scritto: “Era un amico. Oggi il Covid l’ha portato via. State a casa, questa malattia non è uno scherzo“.

Ty
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/hotelesplanadestkilda

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/hotelesplanadestkilda

ultimo aggiornamento: 08-05-2020