Dopo una carriera leggendaria, il cantautore Claudio Baglioni si prepara a lasciare le scene con un “giro d’onore” di mille giorni.

A poche ore dalla prima data del suo tour “aTUTTOCUORE”, Claudio Baglioni annuncia il suo congedo dalle grandi arene. Un annuncio che ha destabilizzato i fan, che lo credevano quasi immortale come artista, e invece il grande cantautore italiano ha detto basta, segnando già la data che lo vedrà definitivamente fuori dalle scene musicali.

Claudio Baglioni

La decisione di Claudio Baglioni: “Mi ritiro”

“Terminerò la mia attività entro il 2026, facendo una serie di progetti e mettendoli in atto. Chiamo il mio giro d’onore, vorrei cantare e suonare per 1000 giorni ancoraha annunciato a sorpresa Claudio Baglioni, poco prima il live al Forum di Assago.

“Mi ricordo ciò che diceva diceva mio padre: dal ring si scende quando si è vincenti, ha aggiunto poi l’artista romano, aggiungendo: “Temo il giorno della delusione, in cui si diventa un po’ delle macchiette, con le fotografie da restaurare. Non voglio arrivare a a quello e ho bisogno di mettere in una cornice le cose che farò”.

Il cosiddetto “giro d’onore” di Baglioni – che compirà 73 anni a maggio – sarà un periodo di mille giorni durante il quale il cantautore realizzerà una serie di progetti, tutti con l’intento di celebrare i suoi successi e di congedarsi dal suo pubblico.

La SIAE: “Festeggiamo la sua travolgente carriera”

A commentare l’annuncio dell’addio di Baglioni è stato Salvatore Nastasi, Presidente della SIAE, spiegando: “A 60 anni dal suo primo palcoscenico, festeggiamo la travolgente carriera di un autore che, appena maggiorenne, si è iscritto alla SIAE”.

Sottolineando l’importanza di Baglioni nel panorama musicale italiano – insieme al Sottosegretario alla Cultura alla Musica, Gianmarco Mazzi – la società ricorda che “la più recente occasione per dimostrare a Claudio Baglioni la nostra stima e il nostro affetto è stata la consegna del Premio Live Recital ai SIAE Music Awards, che nel 2023 abbiamo inaugurato”.

Mazzi poi ha aggiunto: “Caro Claudio, non avere dubbi, saremo lì ancora una volta ad applaudirti e a cantare le canzoni che ci hai regalato, ringraziandoti per il turbinio di emozioni che hai fatto vivere a tante generazioni”.

Sony Music acquista il catalogo di Baglioni

In concomitanza con l’annuncio del ritiro, Sony Music Entertainment ha acquisito l’intero catalogo di Claudio Baglioni, diventando proprietaria dell’intera discografia dell’artista. L’acquisizione riguarda i master che il cantautore ha prodotto dal 2004 in avanti, che appartenevano allo stesso Baglioni e venivano gestiti da Sony Music attraverso un contratto di licenza.

Il Presidente e CEO Sony Music Entertainment, Andrea Rosi, ha espresso grande orgoglio e responsabilità: “È per noi motivo di grande orgoglio e di grande responsabilità gestire e promuovere oggi e in futuro l’intera discografia di Claudio Baglioni, uno degli artisti più importanti per la musica e la cultura italiana degli ultimi 60 anni. Siamo onorati di poterlo fare e metteremo il massimo impegno per dare il giusto risalto e importanza alla sua musica per tutti coloro che lo conoscono e lo amano e soprattutto per le nuove generazioni”.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 22 Gennaio 2024 9:45


Irene Fornaciari rompe il silenzio e spiega perchè si è “liberata” del cognome paterno

Lazza denuncia il fan molesto: “Ho trovato il tuo numero…”