Tutte le curiosità sui Kiss, il gruppo ‘in maschera’

I Kiss, la band ‘col trucco’: membri e curiosità su uno dei gruppi più amati della storia della musica rock.

Di rock band iconiche come i Kiss non ce n’è stata nessuna. Nemmeno i Beatles, che pure hanno mosso le masse come e più dei rocker newyorkesi, sono mai riusciti a penetrare così tanto nel cuore dei fan, al punto da diventare veri e propri personaggi al di fuori dell’ambito musicale.

Un’esagerazione? Difficile pensarlo, visto che sui Kiss si sono fatti fumetti, film, gadget di ogni sorta, costumi per carnevale (ovviamente)… e chi più ne ha più ne metta.

Una penetrazione crossmediale che ha fatto passare spesso in secondo piano la loro importanza anche sul piano musicale. Perché di gruppi così completi, talentuosi e al contempo alla portata di tutti, ce ne sono stati pochi nella storia. Andiamo a ripercorrere insieme la loro leggendaria carriera.

Chi sono i Kiss

La band newyorkese nasce dalle ceneri dei Wicked Lester, gruppo fondato dal bassista Gene Simmons e dal cantante e chitarrista ritmico Paul Stanley. A loro si aggiunge presto un batterista con passato da jazzista, tale Peter Criscuola.

In questa prima fase da trio, i ragazzi sperimentano uno stile musicale differente rispetto al loro passato, scegliendo un rock più duro. Ma è soprattutto sull’aspetto scenico che sperimentano e azzardano. Ispirandosi al teatro kabuki scelgono di pitturarsi la faccia di bianco e di caratterizzarsi con dei personaggi diversi.

KISS
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/KISS

Paradossalmente, l’ideale di Simmons e Stanley fin dall’inizio è… imitare i Beatles. I due voglioni infatti creare un gruppo con quattro frontman, personaggi che sappiano scrivere e cantare, proprio come i Fab Four.

Quando al trio iniziale si unisce anche il chitarrista Ace Frehley, il più è fatto: nascono i Kiss nella loro formazione classica. I quattro membri originali si scelgono un personaggio ciascuno: Gene Simmons opta per il demone, Paul Stanley per il figlio delle stelle, Ace Frehley per l’uomo dello spazio, Peter Criss per il gatto.

Il primo album, Kiss, esce nel 1973. Il successo iniziale non è straordinario nelle vendite, ma i live della band diventano subito un momento di culto straordinario, grazie agli show messi in piedi dai quattro, tra Gene Simmons in veste di mangiafuoco, chitarre che sparano fumo, sangue finto, fuochi d’artificio e tanto altro.

Di seguito Deuce in un live del 1974:

I fan del gruppo iniziano ad aumentare di numero e si fidelizzano subito al punto da far nascere il Kiss Army, molto più di un fan club. Con l’album dal vivo Alive! finalmente anche discograficamente la band raggiunge il successo, e nella seconda metà del decennio Settanta dà vita ad alcuni dei dischi più venduti del decennio.

Gli anni Ottanta segnano un primo momento di crisi nel percorso del gruppo, con tanto di perdita di due membri storici: Peter Criss, sostituito da Eric Carr (che sceglie il personaggio della volpe), e Ace Frehley, sostituito da Vinnie Vincent (che diventa il guerriero egiziano).

Tra alti e bassi, dal 1982 la band si rilancia mostrandosi per la prima volta anche senza trucco. Inizia così la loro epopea pop metal, un filone che li vede in prima fila come autentici pionieri, tra passaggi su Mtv e power ballad ancora oggi molto apprezzate, come Forever:

Gli anni Novanta, aperti lo shock della morte di Eric Carr, portano a nuove ricerche sonore da parte della band e al reintegro momentaneo di Peter Criss e Ace Frehley.

Con la formazione originale registrano un nuovo album di successo, Psycho Circus, ma soprattutto tornano al trucco e danno vita a nuovi tour emozionanti in giro per il mondo.

Gli anni Duemila sono quelli più variegati. Tra spettacoli con l’orchestra sinfonica e tanti cambi di line up, con il ritorno di vecchie conoscenze come Eric Singer (già batterista dopo la morte di Carr) e l’acquisto di Tommy Thayer alla chitarra si arriva al 2019, anno dell’annuncio dell’ultimo tour della band, l’End of the Road World tour. Una serie di spettacoli per dare addio al Kiss Army dopo oltre 40 anni di onorata carriera.

Un addio che non metterà però fine alla loro leggenda, destinata a durare probabilmente in eterno. Ecco il video di I Was Made for Loving You:

Kiss: i membri della band

I Kiss hanno avuto tra le proprie fila due membri sempre presenti dal 1973 a oggi: il chitarrista ritmico e cantante Paul Stanley e il bassista Gene Simmons.

Alla chitarra solista si sono alternati Ace Frehley, Vinnie Vincent, Mark St. John, Bruce Kulick e Tommy Thayer.

Alla batteria invece hanno suonato Peter Criss, Anton Fig, Eric Carr ed Eric Singer.

Sai che…

-Hanno venduto più di 130 milioni di dischi in tutto il mondo.

-Nel 2014 sono stati introdotti nella Rock and Roll Hall of Fame.

-Il logo dei Kiss prevede che le due ‘s’ finali siano a forma di saetta. A idearlo è stato il chitarrista Ace Frehley. In Germania gli album venivano però stampati con le ‘s’ tonde, normali, perché le due ‘s’ a forma di fulmine, accostate, ricordavano quelle delle SS naziste.

-I Kiss sono stati tra i più importanti esponenti dello shock rock insieme ad Alice Cooper. Ma nel corso della propria carriera hanno spaziato tra i generi: dall’hard rock all’heavy metal, dall’hair metal all’AOR, senza mai dimenticare una certa orecchiabilità pop e un’occhiata perenne ai trend del momento.

-Su Instagram i Kiss hanno un account ufficiale da oltre 900mila follower.

Di seguito il video di I Love It Loud, una delle canzoni dei Kiss più amate:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/KISS

ultimo aggiornamento: 02-07-2019