Chi è Paolo Jannacci, il compositore figlio di Enzo Jannacci
Vai al contenuto

Chi è Paolo Jannacci, il figlio di Enzo con la passione per il jazz

Paolo Jannacci

La vita privata e le curiosità su Paolo Jannacci, figlio di Enzo e ospite di Sanremo 2019.

Paolo Jannacci non è solo un figlio d’arte, ma anche un talentuoso cantautore. Un artista che ha preso dal padre Enzo la passione per la musica, e che l’ha trasformata in una professione, arrivando anche a calcare il palco dell’Ariston sia come ospite che come concorrente. Scopriamo insieme tutte le curiosità sulla sua carriera e la sua vita privata.

Chi è Paolo Jannacci: biografia e carriera

Paolo Maria Jannacci è nato il 5 settembre 1972 sotto il segno della Vergine. Figlio di Enzo Jannacci, inizia a suonare il pianoforte a 6 anni con Lina Marzotto Pollini e Davide Tai. Anche il padre, Enzo, si prende cura della sua formazione insegnandogli armonia insieme ad altri maestri.

Paolo Jannacci
Paolo Jannacci

Contemporaneamente, Paolo prosegue gli studi di formazione linguistico-umanistica. Inizia la sua carriera da professionista nel 1988. Nel 1990 ottiene il diploma al liceo linguistico internazionale di Milano, mentre negli anni Duemila continua la formazione musicale al Conservatorio Giuseppe Verdi.

Jazzista di grande talento, suona attivamente con Daniele Moretto alla tromba, con Luca Meneghello alla chitarra, in un trio composto da Marco Ricci e Stefano Bagnoli e ancora in un quartetto con gli stessi Ricci, Bagnoli e Moretto.

Inoltre, esegue in versione jazz i brani più famosi del padre Enzo. I suoi maggiori successi sono però quelli rivolti alla musica per gli spot pubblicitari e, soprattutto, per le colonne sonore di film come Piccoli equivoci di Ricky Tognazzi, Mi fido di te di Massimo Venier e Almeno tu nell’universo di Luca Biglione.

Cosa fa oggi Paolo Jannacci?

Il grande salto nel mondo della musica leggera arriva nel 2020, quando partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo con il brano Voglio parlarti adesso, ottenendo un discreto sedicesimo posto. Protagonista alla Mostra internazionale del cinema di Venezia nel 2023, per presentare il docufilm Enzo Jannacci – Vengo anch’io, incentrato sulla vita e la carriera di suo padre, è diventato direttore dell’house band del programma televisivo Raiduo di Ale e Franz.

Paolo Jannacci: la discografia in studio

2002 – Notes
2004 – Tape 1
2005 – My Tangos
2008 – Paolo Jannacci Trio
2013 – Allegra
2017 – Hard Playing
2020 – Canterò

La vita privata di Paolo Jannacci: moglie e figli

Schivo e riservato, ha sempre tenuto a mantenere la sua vita privata lontano dai riflettori. Il nome della moglie di Paolo lo abbiamo però scoperto in una sua intervista: si chiama Chiara, ed è la madre della sua unica figlia, Allegra. Sarà anche lei un talento musicale come nonno Enzo e papà Paolo?

Leggi anche
In memoria di Enzo Jannacci, il cantautore-medico con la passione per il karate

Sai che…

– È insegnante di musica d’insieme al Centro Professione Musica di Milano

– Paolo suona non solo il pianoforte, ma anche la fisarmonica e il basso.

– È un grande amico di J-Ax, tanto da aver diretto la Sorci Verdi Band nel programma Sorci Verdi dell’ex Articolo 31.

– Dove vive Paolo? Nella sua Milano.

– Non conosciamo il suo patrimonio e i suoi guadagni.

– Cosa c’entra Paolo Jannacci con Zelig? Semplice, ha diretto anche la sua band in tre edizioni del programma comico.

– A Sanremo ha diretto due volte l’orchestra sinfonica, una volta nel 1998 per il padre Enzo e nel 2004 per Pacifico.

– Su Instagram Paolo Jannacci ha un account da migliaia di follower.

Se vuoi ascoltare le migliori canzoni di Paolo Jannacci, ecco una playlist presente su Spotify:

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2023 17:39

Chi è Fausto Lama, la metà maschile dei Coma_Cose