Buon compleanno Ozzy Osbourne: il padrino dell’heavy metal compie 70 anni

Andiamo alla scoperta della carriera, la vita privata e le curiosità su Ozzy Osbourne, una leggenda del rock internazionale.

Tanti auguri a Ozzy Osbourne! Un artista leggendario e controverso, divenuto nel corso degli anni un’icona della musica hard rock e heavy metal grazie ai suoi lavori come frontman dei Black Sabbath prima e come grande solista dopo. Un innovatore come pochi, sempre in grado di evolvere il suo sound, sempre al centro dell’attenzione per carisma e per una vita al limite.

Per festeggiare il suo settantesimo compleanno, riviviamo insieme le fasi salienti della carriera e della sua vita privata, scoprendo alcune curiosità che hanno permesso a Ozzy di scrivere per sempre il suo nome nella storia della musica.

Chi è Ozzy Osbourne: i Black Sabbath

Nato a Birmingham il 3 dicembre 1948 sotto il segno del sagittario in una famiglia operaia, John Michael Osbourne si unisce ben presto alla band di un suo ex rivale a scuola, Tony Iommi. Il gruppo si chiama inizialmente Polka Tuk Blues Band, ma ben presto cambia nome in Black Sabbath, ispirato dal titolo di un film di Mario Bava, I tre volti della paura.

Pronti-via, i Sabbath mettono insieme una serie di album divenuti pietre miliari dell’hard rock e del nascente heavy metal in pochi anni: l’omonimo Black Sabbath, Paranoid, Master of Reality e Sabbath Bloody Sabbath. La fama improvvisa porta però Ozzy su una strada pericolosa. Il cantante inizia ad abusare di droga e alcol e a farsi notare per atteggiamenti non positivi.

Sul finire degli anni Settanta il successo inizia a declinare e, complice lo stato depressivo seguito alla morte del padre, Ozzy decide di lasciare il gruppo. Ci rientra giusto in tempo per pubblicare l’album Never Say Die!, molto criticato da stampa e fan. Dopodiché viene cacciato dai propri compagni per gli eccessi sul palco e fuori.

La carriera solista di Ozzy Osbourne

Dopo un periodo di psicosi maniaco-depressiva, Ozzy inizia a riprendersi grazie al supporto della moglie Sharon e decide di mettere in piedi un progetto solista. Su consiglio del bassista Dana Sturm, sceglie di affidare il ruolo di chitarra solista al giovane Randy Rhoads dei Quiet Riot. Tra i due nacque subito un bel rapporto di amicizia. Nel 1980 esce il disco Blizzard of Ozz: il successo è clamoroso, grazie anche ai singoli Crazy Train (di sguito un video live del brano) e Mr. Crowley.

Dopo un secondo album molto apprezzato, per la carriera solista di Ozzy arriva il primo momento decisivo: in un incidente aereo perde la vita il 19 marzo del 1982 Randy Rhoads. Osbourne reagisce con straordinaria forza, prosegue il tour già iniziato con un turnista e sfida sul mercato i Black Sabbath con un disco live ricco di successi del passato.

Inizia quindi la difficile ricerca di un sostituto di Rhoads. La scelta ricade su Jake E. Lee. Con lui dà alla luce nel 1983 il disco Bark at the Moon, altro classico della storia del metal. Gli anni Ottanta proseguono tra alti (tra cui la reunion con i Sabbath per il Live Aid) e bassi dovuti all’eccesso di droghe.

Dopo il successo di The Ultimate Sin, del 1986, Lee decide di lasciare Ozzy. A sostituirlo arriva il giovane e talentuosissimo Zakk Wylde. Con lui Ozzy dà alle stampe un nuovo grande classico: No More Tears del 1991, premiato con 5 dischi di platino. Gli anni Novanta proseguono sull’onda del successo di questo album. Nel 1996 il cantante dà vita a un grande festival metal, l’Ozzfest, che nella prima edizione ospita band quali gli Slayer, gli Iron Maiden, i Judas Priest e i Pantera.

Di seguito il video del brano No More Tears:

Ozzy Osbourne oggi

In anni più recenti, il cantante ha dato vita a uno show su Mtv, The Osbournes, che seguiva le vicende di tutta la sua famiglia. Nel frattempo ha proseguito la sua carriera solista. Nel 2011 si è riavvicinato a Tony Iommi, e i due hanno dato vita a una reunion dei Black Sabbath, con tutti i membri originari. Una ritorno insieme che è culminato nella pubblicazione di un album, 13, uscito nel 2013, e nel tour finale, chiamato appunto The End, il cui ultimo concerto si è tenuto il 4 febbraio 2017 nella città natale del gruppo, Birmingham. Dopo alcuni problemi di salute nella seconda metà del 2018, Ozzy ha annunciato per il 2019 un nuovo tour mondiale da solista.

Ozzy Osbourne
Ozzy Osbourne

La vita privata di Ozzy Osbourne: moglie e figli

Ozzy Osbourne si è sposato due volte. La prima con Thelma Riley nel 1971, madre dei suoi primi tre figli, Jessica, Louis ed Elliot. I due si lasciano nel 1982. Lo stesso anno il cantante sposa Sharon, figlia del manager dei Black Sabbath. L’amore tra i due è fortissimo, ed è grazie alla propria consorte, presto diventata sua agente, che Ozzy si mantiene in piedi nonostante gli eccessi, trovando le energie e la lucidità per scrivere pezzi e album che hanno fatto la storia della musica metal.

La donna mostra una tenacia e una forza d’animo incredibile, resistendo agli scatti d’ira, a volte confluiti in violenza, dell’artista di Birmingham. Ma non solo. Deve fronteggiare le dipendenze ossessive dell’artista e i suoi continui tradimenti. Dalla loro unione sono nati tre figli: Kelly, Jack e Aimee Osbourne,

Negli ultimi tempi tra Ozzy e la moglie Sharon ci sarebbe però aria di crisi, anche se i due non hanno mai confermato di aver iniziato pratiche per il divorzio.

Curiosità su Ozzy Osbourne

– Il nomignolo Ozzy gli è stato assegnato durante il periodo della scuola.

– La canzone che lo ha spinto a intraprendere la carriera da musicista è stata She Loves You dei Beatles-

– Da ragazzino ha scontato sei settimane in carcere minorile per tentata rapina.

– La sua carriera è iniziata mettendo un annuncio in un negozio di dischi, con sopra scritto: “Ozzy Zyg cerca concerti. Possiede un proprio amplificatore“.

– Nel febbraio del 1982 è stato arrestato per aver urinato su un pezzo di Fort Alamo.

– Secondo alcune voci, Ozzy avrebbe tentato il suicidio molte volte nella sua vita, la prima volta a 14 anni.

– La più importante leggenda riguardante la vita di Ozzy è quella secondo cui, nel 1982, durante un concerto avrebbe mangiato la testa di un pipistrello vero lanciato dal pubblico, pensando fosse di gomma. Per alcuni tale episodio sarebbe stato però solo una farsa.

– Sicuramente vero, invece, un altro episodio particolare: durante un incontro con i direttori della Cbs, Ozzy portò due colombe e ne decapitò una con un morso.

– Il cantante e gli altri membri dei Black Sabbath portano al collo una croce di metallo immersa nell’acqua santa per difendersi da una maledizione che il capo di una setta satanica gli avrebbe lanciato per non aver mai preso parte alle messe sataniche cui erano stati invitati.

– Ozzy Osbourne è alto 1 metro e 78.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 02-12-2018