Chi è Amedeo Minghi: vita privata e curiosità sul cantante

Amedeo Minghi, uno dei cantautori più eleganti della musica italiana

Amedeo Minghi: la carriera, la vita privata e le curiosità sul cantautore della celeberrima Vattene amore, uno dei più grandi successi nella storia di Sanremo.

Amedeo Minghi è conosciuto soprattutto per un suo brano, Vattene amore, cantato a Sanremo nel 1990 e arrivato sino ai giorni nostri come un grande classico della nostra canzone.

Ma nella sua carriera c’è stato e c’è molto di più. Andiamo a scoprire alcune curiosità sul noto cantautore romano.

Chi è Amedeo Minghi

Amedeo Minghi è nato a Roma il 12 agosto 1947 sotto il segno del Leone. Cresce nel rione Prati come il più giovane di sei figli, e si appassiona fin da bambino alla musica. Debutta in un complesso beat con alcuni amici, I Noemi. Con la band scrive la sua prima canzone, Una cosa stupida.

Amedeo Minghi
Amedeo Minghi

Non trovando grande fortuna, decide di tentare la carriera solista. Viene messo soto contratto dalla Dischi Ricordi nel 1966, ma è solo con il passaggio all’Apollo nel 1970 che arrivano i primi risultati. Dopo aver lavorato come autore per I Vianella, pubblica il suo primo album, Amedeo Minghi, nel 1973.

Dopo essere entrato nei Pandemonium, pubblica il brano L’immenso, che finalmente lo proietta al vertice delle classifiche di mezzo mondo, con oltre 2 milioni di dischi venduti.

Continua nel frattempo a lavorare come compositore per tanti altri artisti, tra i quali Rita Pavone, Marcella Bella, Mia Martini e Gianni Morandi. Passato alla CBS, pubblica il suo secondo album, Minghi, nel 1980.

Cambia ancora etichetta qualche dopo, e nel 1983 debutta al Festival di Sanremo con il brano 1950. Nonostante sia uno dei brani che più lo rappresenta, a detta dello stesso autore, viene penalizzato con l’ultimo posto nella classifica popolare.

Torna a Sanremo come ospite nel 1985 e interpreta insieme a Katia Ricciarelli Il profumo del tempo. Tre anni dopo firma con la Fonit Cetra e finalmente dà inizio alla sua carriera di grandi successi.

Negli stessi anni conosce la giovane Mietta e la lancia al Festival di Sanremo nella categoria Nuovi, facendola vincere grazie al brano Canzoni. Proprio in collaborazione con la cantante tarantina raggiunge il massimo exploit sul palco del Festival di Sanremo nel 1990 con il brano Vattene amore, che arriva terzo e conquista ben 10 dischi di platino:

Dopo questo grande successo, la carriera di Minghi si snoda tra la vita da cantautore e quella da compositore. Torna a Sanremo in altre occasioni durante gli anni Novanta e Duemila, senza però raggiungere i risultati di Vattene amore.

Cosa fa oggi Amedeo Minghi? Appare di tanto in tanto in televisione come ospite o giudice di game show. Il suo ultimo album in studio è La bussola e il cuore del 2016, mentre il suo ultimo singolo è …e John del 2019.

La vita privata di Amedeo Minghi: moglie e figli

Amedeo Minghi si è sposato il 13 ottobre 1973 con Elena Paladino. Dalla loro unione sono nate le sue due figlie, Annesa e Alma.

Purtroppo la donna è morta, dopo 40 anni di matrimonio, il 7 gennaio 2014, lasciando un vuoto enorme nella vita di Amedeo.

Sai che…

-Ha scritto diverse colonne sonore, tra cui quella per la serie televisiva Fantaghirò.

-Il suo brano Un uomo venuto da lontano è dedicato a papa Giovanni Paolo II.

-Una sua canzone del 1972, Lustful, è citata in Only When I Walk Away di Justin Timberlake.

-Su Instagram Amedeo Minghi ha un account da oltre 11mila follower.

Di seguito Io non ti lascerò mai, una delle canzoni più amate di Amedeo Minghi:

ultimo aggiornamento: 11-08-2019