A distanza di oltre trent’anni dalla morte di Freddie Mercury, Brian May torna a parlare del suo grande amico.

Trentun anni fa moriva Freddie Mercury. Uno dei frontman più famosi e talentuosi della storia del rock ci lasciò per una polmonite, diventata letale a causa dell’AIDS, che aveva distrutto le sue difese immunitarie. Aveva solo 45 anni. Oggi, a distanza di così tanto tempo, continuano a essere tantissime le persone che lo portano nel cuore per la sua storia, per la sua voce, per le sue canzoni. E tra i molti che non potranno mai dimenticarlo c’è anche Brian May, lo storico chitarrista dei Queen, uno dei suoi più cari amici, il compagno di mille avventure. Un artista che ha voluto ricordare gli ultimi anni di vita della grande rockstar, svelando alcuni dettagli inediti.

Freddie Mercury: gli ultimi anni secondo Brian May

Stando a quanto rivelato da Jim Hutton, all’epoca compagno di Freddie Mercury, il cantante risultò positivo nell’aprile del 1987, ma mantenne per lungo tempo il segreto con la stampa e la sua famiglia. Ne parlò solo agli altri Queen, Roger Taylor, John Deacon e Brian May. Per mille motivi, a loro non avrebbe mai potuto nasconderlo.

Freddie Mercury e Brian May dei Queen
Freddie Mercury e Brian May dei Queen

L’ultima apparizione pubblica di Freddie arrivò il 18 febbraio 1990, durante la cerimonia dei Brit Award. I segni della malattia erano già evidenti e, considerando che per l’album The Miracle i Queen non avevano organizzato alcun tour, la stampa trasse le proprie conclusioni e si scatenò, cercando di circondare sempre più tutti i membri della band per poter scoprire qualcosa di più sulle condizioni di Freddie. E fu in quel momento che il gruppo dimostrò di essere più unito che mai, come rivelato da Brian May: “Abbiamo cercato di tenere le arpie lontane e di proteggerlo. È stato un momento difficile, ma ci ha unito moltissimo, come una famiglia“.

Il ricordo di Brian May

Freddie riuscì a completare le registrazioni per Innuendo nel giugno 1991 nei mitici Mountain Studios di Montreaux, partecipando anche alle riprese del commovente video di These Are the Days of Our Lives. Poi, si ritirò nella sua villa di Garden Lodge, dove venne accudito con amore solo da pochissimi collaboratori e amici, tra cui la sua ex fidanzata Mary Austin, l’amore della sua vita.

Leggi anche -> Le curiosità su Brian May, il chitarrista che ama le stelle

Di quegli ultimi giorni, il ricordo più bello per Brian May rimane quello delle session di Montreaux, cittadina in cui Freddie aveva a lungo vissuto e che gli regalava gioia e serenità: “Poteva isolarsi e pensare solo a fare musica, e la musica era la sua vita. Quello fu un momento fantastico in cui Freddie ha mostrato un enorme coraggio“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Queen

ultimo aggiornamento: 24-11-2022


Addio a Wilko Johnson, musicista e attore de Il Trono di Spade

Babysitter cercasi per Shakira: stipendio pazzesco, ma a una condizione