Arisa e il nuovo fidanzato, il manager Andrea Di Carlo, starebbero già pensando al matrimonio: ecco le rivelazioni di Chi.

Quello tra Arisa e Andrea Di Carlo è amore vero. Nonostante stiano insieme ufficialmente da circa un mese, i due starebbero infatti già programmando un grande passo: avrebbero già scelto la data del matrimonio! Lo ha rivelato tra le sue ‘chicche di gossip’ il settimanale Chi. Dopo Sanremo, la cantante potrebbe dunque regalarsi una nuova grandissima emozione.

Arisa: matrimonio con Andrea Di Carlo?

L’amore tra Arisa e Andrea Di Carlo prosegue a gonfie vele. I due avrebbero addirittura già annunciato il loro matrimonio, con tanto di presunta data. Lo ha riportato il settimanale Chi, raccontando di una rivelazione fatta ad alcuni amici durante una cena.

Arisa
Arisa

La data non sarebbe ancora stata fissata con certezza, ma il mese giusto potrebbe essere il prossimo maggio, Covid permettendo. Resta però al momento solo un’indiscrezione. Quel che è certo è che la loro storia è davvero seria!

Chi è Andrea Di Carlo, il fidanzato di Arisa

Di Carlo è uno degli agenti più importanti dei volti dello spettacolo italiano, oltre che uno stimato autore televisivo. Della sua agenzia fa parte un personaggio molto in vista come Can Yaman, ma tra le sue esperienze professionali ci sono anche lavori in talk come Oggi è un altro giorno.

Solo da circa un mese la cantante lucana ha ufficializzato la loro relazione, conofermando il periodo d’oro che sta vivendo nella sua vita privata, dopo essersi lasciata alle spalle le storie importanti con Giuseppe Anastasi e Lorenzo Zambelli, rispettivamente autore di alcuni dei suoi successi (tra cui La notte) e suo ex manager. La storia con quest’ultimo è tra l’altro finita solo a ottobre dopo circa nove anni. Avrebbe potuto essere un trauma, ma l’amore con Di Carlo ha reso il distacco meno doloroso.

TAG:
Arisa

ultimo aggiornamento: 14-01-2021


Primo duetto per Emma e Alessandra Amoroso: la reazione di Maria De Filippi

Jovanotti, la moglie: “Teresa è stata la roccia alla quale ci siamo aggrappati”