Arisa, la foto osé su Instagram: la cantante posa senza nulla addosso e dedica una poesia alle donne e ‘a chi si sente tale’.

Arisa torna a far impazzire i social con una foto provocante senza nulla addosso! La cantautrice di origine lucana ha voluto mandare un messaggio a tutte le donne mostrandosi così com’è, con un caschetto castano, in primo piano senza alcun vestito. Un’immagine che ha fatto impazzire i fan, soprattutto per la caption utilizzata. L’artista ha infatti pubblicato una poesia dedicata alle donne e a chi si sente tale!

Arisa: la foto senza veli su Instagram

Bellissima e senza filtri, Arisa finalmente ammette di piacersi e cheiede a tutti di accettare se stessi e apprezzarsi per quello che si è. Scrive la cantante: “Questa foto di Niko Coniglio è un regalo per noi, non ho mai pesato così. Non mi sono mai vista così. Mi piaccio molto. Mi ritrovo, mi amo, mi abbraccerei (e me la racconto… me la canto e me la suono)“.

Arisa
Arisa

Modestia a parte, sarebbe bello se ognuna di noi si dedicasse ogni tanto una poesia“, ha aggiunto la cantante, che ha infatti pubblicato insieme alla foto anche un componimento poetico che ha commosso i fan, il secondo nel giro di pochi giorni. Di seguito il suo splendido scatto:

Arisa pubblica una poesia per le donne

L’artista vincitrice di Sanremo alcuni anni fa ha quindi pubblicato una lunga poesia per le donne e per chi si sente tale, intitolata Il deserto dei non:

Tutto quello che è stato, è servito: scorre veloce verso l’orizzonte e scompare ai miei occhi.
È distensivo osservare andar via da lontano adesso, quello che appena ieri di mancanza m’induriva le nervature del collo, mi faceva stringere i pugni, e m’arrossiva in viso.
Sembro più triste, più seria?
E invece sai?
Sono appena diventata Donna.
Mi parli, ascolto, sorrido, respiro, non mi pesa affatto, non m’intacchi mai.

(Senza cuore. Me lo impongo. Ma cambio idea e non so : ce l’ho sto cuore grande. Che posso farci? Posso solo stare attenta che non mi schiacci. Tu, con tutte le tue frasi mezze, che ogni concetto è un parto. Ti odio e sei l’unico che amerei. Condizione momentanea. Spero. Tipicamente di tutti, una o più volte nella vita. Troppa importanza alla parola “amore”. Sostituisco con self-care. Lo pronuncio con un tono distinto e già mi emancipo da Te. Nei sogni si può tutto.
Nella realtà: io scrivo e tu non sai leggere. Questo è il grave oggetto del contendere)

Donna, lo diventi quando la vita ti consegna la medaglia al valore di chi sa perdere?
Forse, ma io mi non mi sento persa, ovunque ti giri c’è un orizzonte.
Si può amare tutto e tutto il resto, rinascere zampillo d’acqua pura che si libera fresca e trasparente in mezzo al deserto dei NON.

E tu, come ti vuoi? Sei contenta di come vivi, di quello che sei?

Chiedi, chiediti sempre.
Conosci te stessa/o
.”

TAG:
Arisa

ultimo aggiornamento: 05-11-2020


Adam Clayton degli U2 tra Barolo e tartufo si gode un soggiorno nelle Langhe

Il Codacons denuncia Baby K e Chiara Ferragni per il video di Non mi basta più