Amanda Lear avrebbe potuto essere protagonista a Sanremo 2021 con i Maneskin: la confessione della cantante francese sul Festival.

A Sanremo con i Maneskin avrebbe potuto esserci Amanda Lear e non Manuel Agnelli! A confessarlo è stata la stessa artista francese, una delle donne più influenti nel mondo della musica, e non solo, degli ultimi cinquant’anni. L’82enne star in passato ha già avuto modo di cantare Amandoti dei CCCP, e ha collaborato in qualche occasione con Ferretti e compagni. Anche per questo, forse, i Maneskin avevano pensato a lei. Ma qualcosa non è andato come avrebbe dovuto…

Amanda Lear con i Maneskin a Sanremo? La rivelazione

Portare la Lear sul palco di Sanremo sarebbe stato un colpaccio clamoroso per i Maneskin, che a quanto pare avrebbero pensato prima a lei rispetto al loro maestro e mentore Manuel Agnelli. Lo ha confermato la stessa artista francese in un’intervista a TPI.

Amanda Lear
Amanda Lear

Queste le parole della cantante: “A Sanremo dovevo anche andarci. Mi avevano chiamato i Maneskin, che non conoscevo, per duettare su Amandoti. Solo che non c’erano soldi e gli ho detto: ragazzi, sapete oggi quanto costa anche solo un paio di ciglia finte? E allora hanno preso quel tipo con la barba“.

Amanda Lear promuove i Maneskin e boccia Achille Lauro

Ad ogni modo, nonostante non li conoscesse, Damiano e compagni sono piaciuti alla Lear, che di rocker se ne intende: “Li ho amati molto. Peccato che, in generale, mancassero le belle canzoni: sembrava una sfilata di moda, tutto troppo fashion. Solo look, pettinatura, vestiti“. Come quasi a ogni Sanremo, in fin dei conti.

Chi invece non è piaciuto minimamente alla regina bianca della disco è stato uno dei mattatori di questo Festival, Achille Lauro, protagonista con i suoi cinque quadri artistici: “Non lo amo molto, mi sa tutto di già visto e stravisto“.

TAG:
Amanda Lear Maneskin

ultimo aggiornamento: 15-03-2021


Jennifer Lopez e Alex Rodriguez in crisi? La popstar: “Stiamo ancora insieme, ma…”

Arisa scoppia in lacrime a Domenica In: “Non decido niente…”