Nella conferenza stampa finale di Sanremo 2023, Amadeus si è proiettato verso il prossimo anno aprendo a una possibile mancata conferma.

I contratti non sono mai una garanzia. Lo sanno bene gli appassionati di calcio, ma a quanto pare è così anche nel mondo dello spettacolo e della televisione. Non a caso, all’indomani dell’ennesimo trionfale Sanremo in questo 2023, Amadeus ha voluto rispondere a cuore aperto ai giornalisti sul suo futuro, ammettendo di non sentirsi sicuro di tornare nel 2024. E questo nonostante un accordo firmato lo scorso anno e che prevedeva un impegno biennale. Ma cosa mette a rischio la posizione del direttore artistico? L’intromissione della politica, con il partito di maggioranza che, a quanto pare, non avrebbe gradito particolarmente quanto visto in questi giorni sul palco dell’Ariston, soprattutto quanto accaduto nella finale tra Rosa Chemical e Fedez. Un bacio che potrebbe costare caro a molti, anche allo stesso Ama.

Niente Sanremo 2024 per Amadeus?

Nonostante risultati in termini di spettatori e share più che positivi per l’Amadeus-quater, al di là di polemiche sulle rilevazioni cambiate e paragoni che non hanno granché senso di esistere tra ere televisive differenti, è innegabile che anche questo Sanremo di Amadeus non sia stato certo negativo, e che anzi abbia fatto parlare molto, confermando il grande successo del brand. Risultati che però potrebbero essere messi in discussione dalle ingerenze di una politica che non ha apprezzato alcune cose viste in tv,

Amadeus
Amadeus

Rispondendo quindi a una domanda sul futuro in conferenza stampa, il presentatore ha ammesso, candidamente: “E se mi mandano via vado via, che devo fare“. Al di là di questo aspetto, ha sottolineato che conserverà sempre i ricordi di quattro anni bellissimi, e dei risultati straordinari raggiunti da lui e dalla sua squadra.

Il rispetto delle sue idee

Risultati e decisioni da prendere tengono banco in conferenza stampa, ma una cosa è importante per Amadeus, e l’ha ribadita ancora una volta: il peso delle responsabilità. Se una persona deve sbagliare, spiega il conduttore, deve farlo con le proprie idee, non piegandosi alle idee di qualcun altro.

Leggi anche
Cosa resterà di Sanremo 2023? Il meglio e il peggio del Festival andato in archivio

Per questo motivo, al di là delle polemiche, il conduttore ha voluto rimarcare questo suo decisionismo: “Devo portare quello che sento. Perché se devo sbagliare, devo poter dire che ho sbagliato perché ero io che ho pensato qualcosa che non ha funzionato. Peggio sarebbe ‘ho sbagliato perché ho dato retta a qualcuno che mi ha chiesto o obbligato a fare delle cose che non pensavo“. Insomma, si mette sulla difensiva Amadeus, non lesinando comunque qualche dichiarazione che ha il lontano sentore della polemica. Ma al momento, bisogna ammetterlo, sulla sua posizione non ci sono veri rischi. Sarà ancora lui il direttore artistico di Sanremo nel 2024. Non fosse così sarebbe a dir poco clamoroso.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

Sanremo

ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2023 11:25


Addio a Trugoy the Dove, cantante dei De La Soul

Fedez torna su Instagram dopo il caso Sanremo e… bacia tutti!