Disavventura per Achille Lauro: l’artista ha confessato su Instagram di essere rimasto bloccato in studio da venti giorni senza poter tornare a casa.

Achille Lauro è rimasto bloccato in studio e da venti giorni non torna a casa! Lo ha confessato lo stesso artista in una story su Instagram dai risvolti insospettabili.

A quanto pare Lauro da quasi un mese si trova in un alloggio di Roma, una sorta di casa-studio, impossibilitato a tornare dai suoi cari a causa di tutto quello che sta succedendo. Nel frattempo però non è rimasto con le mani in mano, e sta anzi per lanciare un nuovo malinconico singolo.

Achille Lauro bloccato da venti giorni: non può tornare a casa

A causa delle misure di contenimento per il contagio da Coronavirus, Lauro ha rivelato ai suoi fan di non essere rimasto fuori casa da venti giorni.

Ecco le sue parole, affidate a una storia su Instagram: “Due ore prima della chiusura definitiva delle attività commerciali e dei comuni eravamo a Roma per una session in studio. Siamo rimasti rinchiusi da venti giorni in un Airbnb. Abbiamo dovuto ricomprare tutto ciò che serviva per produrre la musica: scheda audio, microfono, cuffie e casse monitor“.

In questi giorni di clausura non si è comunque perso d’animo, e sta tenendo informati i suoi fan attraverso storie e diari di bordo come questo su Instagram:

https://www.instagram.com/p/B-K1jCMIv5N/

Achille Lauro: il nuovo singolo 16 marzo è pronto

Intanto l’artista sta comunque per lanciare una nuova canzone, registrata proprio in questi giorni di grande difficoltà. S’intitola 16 marzo ed è in arrivo nei primi giorni di aprile.

Spiega Lauro su Instagram: “Abbiamo un batterista nelle Marche, un chitarrista alle Maldive e un pianista a Roma che risuonano le parti che gli inviamo o le note vocali che canticchiamo. Siamo rimasti in due“.

Una situazione piuttosto bizzarra ma che non ha scoraggiato l’ex trapper e il suo team, al lavoro come e più di prima!

Achille Lauro
Achille Lauro
TAG:
Achille Lauro people

ultimo aggiornamento: 27-03-2020


Baby K: “Mi fa male la cattiveria, soprattutto sui social”

Coronavirus, lutto per Enrique Iglesias: è morto il patrigno