Zayn Malik sexy copertina per Mind of Mine

Perché i Green Day si chiamano così?

Qualcosa di “alternativo” per l’album State of Mine: Zayn Malik sexy copertina e tanta sensualità per il disco dell’ex One Direction

Al mio segnale scatenate l’ormone: l’adattamento dell’illustre citazione del Gladiatore non ha bisogno di molte spiegazioni a vedere Zayn Malik e la sexy copertina del suo prossimo album, Mind of Mine. Ne saranno ben contente le fan, visto che il cantante ha deciso di prestarsi – senza maglietta, tatuaggi bene in vista e addominali tirati – per una seconda cover di quello che è il suo primo lavoro da solista, atteso per il prossimo 25 aprile.

Si tratta del secondo capitolo della vicenda legata alla cover di Mind of Mine: le critiche e le accuse di plagio, infatti, erano state numerose dopo che Zayn aveva pubblicato sul suo profilo Instagram l’immagine di se stesso, da bambino, tatuato. A detta di molti una copertina troppo simile a quella utilizzata da Lil Wayne per altri suoi lavori. L’ex One Direction ha però respinto al mittente tutte le accuse e ha rilanciato con una “seconda versione” super hot. Insomma, un album piacevole non solo per le orecchie ma anche per gli occhi delle numerose ammiratrici.

Ovviamente rimane ancora una questione da risolvere: con quale dei due art work Mind of Mine sarà messo in vendita? È possibile che vengano commercializzate entrambe le edizioni?

Zayn Malik, sexy non solo in copertina

Del resto, Zayn Malik e questa nuova copertina super sexy non fanno che riprendere la molta sensualità già vista nel videoclip del suo primo lavoro da solista, Pillow Talk. Che se li scorda più, lui e la bellissima fidanzata Gigi Hadid, nel video dalle temperature hot?

Vista la copertina, non stupisce affatto, quindi, che la modella si sia detta preoccupata dall’imminente tour di Zayn: il cantante ha dimostrato di saper ottenere l’attenzione delle ammiratrici, ma riuscirà anche a gestirle altrettanto efficacemente?

Foto via Instagram

Fonte foto di Copertina: YouTube

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 04-03-2016

Stefano Comella

Per favore attiva Java Script[ ? ]