Toto Cutugno rivela un dramma che aveva tenuto segreto fino ad oggi: la morte della sorella maggiore.

Un dramma ha sconvolto l’infanzia di Toto Cutugno. A svelarlo, in un’intervista al Corriere della Sera, è stato lo stesso cantautore di Fosdinovo, che per la prima volta ha raccontato di come ha visto morire sua sorella davanti ai suoi occhi.

Queste le parole commosse del cantante, che ha rivelato tutte le difficoltà e le disgrazie che lo hanno colpito nella sua vita.

Toto Cutugno racconta la morte della sorella

Ho visto morire mia sorella Anna, la più grande, sotto i miei occhi, soffocata“, ha dichiarato Toto Cutugno. A ucciderla, un banale piatto di pasta: “Stava mangiando gli gnocchi e uno le andò di traverso. Aveva 7 anni e io 5. Pochi mesi dopo nacque mio fratello Roberto, cui voglio un bene dell’anima, che si ammalò di meningite e da allora, come previde il medico, ha avuto una vita agitata“.

La tragica infanzia del cantautore è però stata segnata da altri due episodi: “L’altra mia sorella, Rosanna, è stata la prima bambina a essere operata al cuore in Italia, a Torino. Papà si indebitò per quell’intervento, che finì di pagare a rate nel 1978, due anni prima di morire“.

Di problemi, l’artista ne ha avuti anche nella vita da adulto. Per dieci anni la malattia di Toto Cutugno, un cancro, lo ha costretto a vivere senza un rene, lottando con tutte le sue forze, senza mai arrendersi: “Non gliel’ho data vinta. Ho combattuto e sto meglio. Il 17 dicembre riprendo un concerto all’Olympia di Parigi. In Francia mi amano“.

Toto Cutugno
Fonte Foto: https://www.instagram.com/totocutugnoofficial/

Toto Cutugno oggi: il successo continua

Intanto i grandi successi della sua carriera continuano a spopolare non solo nel nostro Paese, ma in tanti luoghi nell’est europeo e oltre: “Le ascoltano in Russia, in Ucraina, Polonia, Georgia, Azerbaigian, Kazakhstan, Egitto, Israele… Credo che la canzone, la melodia, la lingua italiana abbiano un fascino insuperabile“.

Il cantante, che ha compiuto 75 anni il 7 luglio, si è quindi scagliato contro la stampa, che lo ha spesso stroncato: “Mi hanno definito un ruffiano, uno che cerca di vincere facile facendo leva sulle emozioni. Mah! Io penso solo di essere autentico“. L’artista ha concluso l’intervista raccontando come sia nata la sua canzone di maggior successo, L’italiano, scritta in Canada mentre si esibiva davanti ad alcuni emigranti in un ristorante italiano. Una canzone che inizialmente avrebbe dovuto essere cantata da Adriano Celentano o Gigi Sabani, ma che venne portata al successo dallo stesso Toto nel 1983.

Fonte Foto: https://www.instagram.com/totocutugnoofficial/

TAG:
adriano celentano l'italiano people toto cutugno

ultimo aggiornamento: 10-12-2018


Tragedia Corinaldo, dubbi sull’evento di Sfera Ebbasta alla Lanterna Azzurra

Sfera Ebbasta, un nuovo tatuaggio sulla fronte per ricordare le vittime di Corinaldo