The Voice: i team dopo la terza Blind Audition. E quelle dichiarazioni di Renga…

Terza Blind Audition dell’edizione 2018 di The Voice of Italy, i giudici scatenati si portano a casa altri talenti, mentre Renga fa polemica…

Si è conclusa anche la terza Blind Audition di The Voice, programma condotto da Costantino della Gherardesca in onda ogni giovedì sera su Rai 2. Anche per questa puntata alto lo share (quasi del 10%, circa 2 milioni e 200 mila persone) e tante le sorprese e i colpi di scena.

The Voice of Italy 2018: i team provvisori dopo la terza serata

Ogni serata, come da copione, i quattro giudici cercheranno di completare il loro team di talenti. J-ax, Cristina Scabbia, Al Bano e Francesco Renga stanno combattendo dall’alto delle loro poltrone a colpi di genio e di istinto. E dopo i nuovi 13 talenti che hanno superato le audizioni, le squadre cominciano ad essere numerose. Ecco i team provvisori dopo la terza serata:

Team Al Bano (10 talenti): Stefania Calandra, Raimondo Cataldo, Maria Teresa D’Alise, Tekemaya, Aurelio Fierro JR, Maryam Tancredi, Cinzia Carreri, Virginia Dioletta, Simona Marcelli, Selenia Stoppa.

Team J-Ax (9 talenti): Rosy Castello, URAMAWASHI, alias Gaia Miolla e Nicolò Restaini, Antonio Licari, Kimberly Madriaga, Beatrice Pezzini, Andrea Tramacere, Riccardo Giacomini, Angelica Ibba, Angelica Peroni.

Team Francesco Renga (10 talenti): Laura Ciriaco, Daniele Gentile, Alberto Lionetti, Virginia Mellino, Giovanni Saccà, Mirko Carnevali, Marica Fortugno, Asia Sagripanti, Antonello Carozza, Michelangelo Falcone.

Team Cristina Scabbia (10 talenti): Claudia Illari, Sabrina Rocco, Mara Sottocornola, Ylenia Aquilone, Andrea Butturini, Alessio Parisi, Graziana Campanella, Elisabetta Eneh, Antonio Marino, Alessandra Machella.

Renga a The Voice of Italy 2018
Renga a The Voice of Italy 2018

Renga e Fabrizio Moro: la frecciatina fa scandalo sui social

Tanti, come al solito, i siparietti e le gag televisive. Ma al centro del mirino dei social questa volta c’è stato Renga, che durante una discussione con J-ax, ha parlato dei testi del collega Fabrizio Moro, vincitore del festival di Sanremo 2018 insieme a Ermal Meta.

«I suoi testi sono troppo costruiti, a volte delle parole sembrano messe lì un po’ tirate per i capelli», avrebbe affermato l’ex cantante dei Timoria, spiegando come alcuni testi di Moro, a suo avviso, siano spesso attraversati dalla voglia di strafare. Ecco il video:

E le affermazioni non sono di certo passate inosservate ai fan di Fabrizio Moro, che hanno subito intasato i social in difesa del cantante. Che forse a Francesco Renga non sia andata giù la sua vittoria al Festival?

Rimani sempre aggiornato sul mondo della musica, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 06-04-2018

Lorenzo Martinotti