Disco in vinile, Taylor Swift è la regina incotrastata

Nei primi sei mesi del 2015, “1989” di Taylor Swift è il disco in vinile più venduto negli Stati Uniti.

Sufjan Stevens, Alabama Shakes e Father John Misty, gli altri artisti più popolari tra gli appassionati del vinile.

La Nielsen, leader mondiale nelle misurazioni di marketing  ha pubblicato i dati di vendita relativi ai primi sei mesi del 2015. L’album di Taylor Swift “1989” (che in realtà è uscito lo scorso anno) è il più venduto nei primi 6 mesi dell’anno con 1.330.000 copie, di queste vendite, 34.000 sono state in vinile. Il disco in vinile nelle vendite di Taylor Swift costituisce solo il 2,5 per cento, diverso il discorso per il cantautore folk Sufjan Stevens, il 30 per cento di tutte le copie vendute sono state in vinile, il suo  “Carrie & Lowell” si è piazzato secondo nel grafico Nielsen con 32.000 copie vendute.

Altri artisti che si sono dimostrati popolari tra gli acquirenti del vinile in America fino ad oggi includono, Arctic Monkeys con l’album del 2013 “AM” e “Sound & Color” degli Alabama Shakes. I dati di Nielsen rivelano anche che le vendite del vinile sono aumentate del 38,4 per cento negli ultimi 12 mesi, con 5,6 milioni di album venduti già nel 2015. Un bel ritorno al passato.

I 10 album più venduti su vinile finora quest’anno sono:

1. Taylor Swift – ‘1989’ (34.000)
2. Sufjan Stevens – ‘Carrie & Lowell’ (32.000)
3. Arctic Monkeys – ‘AM’ (27.000)
4. Alabama Shakes – ‘Sound & Color’ (26.000)
5. Miles Davis – ‘Kind Of Blue’ (23.000)
6. Sam Smith – ‘In The Lonely Hour’ (23.000)
7. Pink Floyd – ‘Dark Side of the Moon’ (23.000)
8. Guardians Of The Galaxy colonna sonora (22.000)
9. Father John Misty – ‘Ti amo, Honeybear’ (22.000)
10. Hozier – ‘Hozier’ (21.000)

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 05-07-2015

Redazione Notizie Musica