Il controverso trio musicale dei La Sad si difende dalle accuse di sessismo e promette di cambiare l’Italia in meglio.

Ancor prima di debuttare sul palco dell’Ariston, il loro nome fa già discutere. Al centro delle polemiche per i temi sessisti che presentano all’interno dei loro testi, i La Sad cercano di dimostrare il loro lato più tenero, per discolparsi dalle accuse che ha hanno travolto il trio emo-punk dopo l’annuncio della loro partecipazione al Festival di Sanremo.

rapper

I La Sad oltre le apparenze

Con creste colorate, tatuaggi in vista e pantaloni strappati, il trio de La Sad è pronto a portare scompiglio al Festival di Sanremo. Ma, nonostante l’immagine ribelle e le accuse di sessismo per alcuni versi delle loro canzoni, i tre membri del gruppo – Theo, Plant e Fiks – si definiscono “tre coccoloni dal cuore tenero”.

Il trio vuole dimostrare che persone come loro possono avere un posto anche in contesti considerati formali. L’annuncio della loro partecipazione al festival con il brano “Autodistruttivo” ha suscitato molte reazioni, non tutte positive. Tuttavia, i tre ragazzi non si lasciano scoraggiare e rispondono con ironia alle critiche.

“Vincere sui pregiudizi”

Più che la vittoria al festival, il loro obiettivo è vincere sui pregiudizi. “Saremo portavoce di tutti coloro che soffrono, che passano momenti difficili, che si sentono diversi nella società. Portiamo a galla argomenti che a volte sono oscurati come la depressione e le dipendenze“, evidenziano i La Sad.

Si tratta di argomenti che purtroppo esistono e che vanno affrontati. “Ci sono persone che ci scrivono dicendo che stiamo salvando loro la vita, ma la verità è che tutto questo sta salvando la vita anche a noi“, dichiara la band.

Un passato turbolento

I membri de La Sad non nascondono il loro passato turbolento e le loro debolezze. Fino a poco tempo fa, vivevano in cinque in un monolocale. “È stato pesante e anche degradante, ma venivamo da situazioni ancora più degradanti e paradossalmente ci ha aiutato”, affermano, mentre ora non vedono l’ora che le persone li riconoscano per strada e chiedano loro una foto o un autografo.

Il gruppo emo-punk promette che la serata delle cover sarà un momento epico e che tutti “canteranno con noi”. Tra i colleghi in gara, apprezzano Il Volo, un gruppo molto diverso da loro, e si aspettano di essere sorpresi.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

Sanremo

ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 2024 15:28


Daniele Silvestri torna sul palco per celebrare 30 anni di carriera

L’AI che compone musica: “Alexa, crea una canzone!”