10 duetti che hanno fatto la storia di Sanremo

Se c’è una categoria che ha quasi sempre ben figurato ed emozionato a Sanremo è quella dei duetti. Tante volte artisti spesso anche distanti tra loro hanno deciso di unire le proprie forze, interpretando brani capaci di far venire i brividi al pubblico e conquistando in alcuni casi anche la vittoria.

Andiamo a riascoltare insieme dieci dei duetti che hanno scritto pagine importanti nella storia del Festival della canzone italiana.

AL BANO
AL BANO

Tutti i duetti celebri di Sanremo

Tra coppie fisse, duetti ‘improvvisati’ e terzetti sconvolgenti, sono davvero molte le canzoni ‘collaborative’ che hanno fatto fatto esplodere di entusiasmo, o in alcuni casi di rabbia, il pubblico dell’Ariston. Da Al Bano e Romina a Ermal Meta e Fabrizio Moro: ecco tutti i duetti più famosi della storia di Sanremo

1982: Al Bano e Romina – Felicità

Forse il brano più famoso di una delle coppie più amate nella storia della musica italiana, Felicità venne presentata al Festival del 1982 ma non riuscì a conquistare la vittoria, arrivando seconda dietro a Storie di tutti i giorni di Riccardo Fogli (789 voti contro 820). Ecco il video della loro esibizione:

1987: Gianni Morandi, Umberto Tozzi, Enrico Ruggeri – Si può dare di più

Non un vero e proprio duetto, in quanto i cantanti in questione erano tre, ma anche Si può dare di più è entrata nella storia di Sanremo, riuscendo a conquistare la vittoria dell’edizione 1987. Cosa avevano in comune Morandi, Tozzi e Ruggeri? La passione per il calcio, e dall’esperienza nella Nazionale cantanti a quella sul palco dell’Ariston il passo è stato breve. Riascoltiamo questo bell’inno:

1989: Fausto Leali e Anna Oxa – Ti lascerò

Altro dei duetti che hanno fatto la storia del Festival, Ti lascerò stravinse l’edizione del 1989 (quasi 6 milioni di voti contro i 2 di Le mamme di Toto Cutugno), risultando anche un buon successo commerciale: fu infatti la terza canzone più venduta di Sanremo dopo Esatto di Francesco Salvi e Vasco di Jovanotti. Ascoltiamola ancora una volta:

1990: Amedeo Minghi e Mietta – Vattene amore

L’eredità metaforica di Ti lascerò venne raccolta da Vattene amore, con gli anni divenuto un classico di Minghi e Mietta. In quell’edizione però non riuscì ad andare oltre il terzo posto in classifica, dietro Uomini soli dei Pooh e Gli amori di Toto Cutugno. Di seguito il video della loro celebre esibizione:

1993: Mia Martini e Loredana Bertè – Stiamo come stiamo

Molto meno famosa e apprezzata delle tre canzoni precedenti, Stiamo come stiamo è un duetto storico in quanto il primo presentato a Sanremo dalle due sorelle Bertè. Non fu un successo: si classificò infatti al quattordicesimo e penultimo posto in finale. Ma noi lo riascoltiamo volentieri:

1996: Ron e Tosca – Vorrei incontrarti fra cent’anni

Brano presentato da Ron con Tosca nel 1996 (originariamente avrebbe dovuto duettare con Ivana Spagna, già in gara con un altro brano), vinse la competizione per una manciata di voti davanti La terra dei cachi di Elio e le Storie Tese. Non mancarono le polemiche: molti infatti sostenevano che il conteggio era stato truccato. Riascoltiamola insieme:

2008: Giò Di Tonno e Lola Ponce – Colpo di fulmine

Canzone vincitrice, un po’ a sorpresa, dell’edizione 2008, Colpo di fulmine è stata scritta da Gianna Nannini inizialmente come parte della sua opera pop Pia de’ Tolomei. Ecco il video dell’esibizione del cantante abruzzese con l’ex modella argentina:

2010: Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici – Italia amore mio

Forse uno dei terzetti più trash della storia di Sanremo, capace però di sfiorare la vittoria in quell’edizione, superato solo da Valerio Scanu, per la gioia un po’ di tutti. Si tratta infatti di una delle canzoni che più hanno suscitato polemica, per svariati motivi: la presenza di un rappresentante della casa Savoia, le scarse capacità canore di quest’ultimo e un testo retorico e spompato. Insomma, non proprio una pagina lusinghiera per Sanremo. Rivediamo l’esibizione di questo improbabile terzetto:

2011: Modà con Emma Marrone – Arriverà

Il gruppo di Kekko Silvestre si presentò nel 2011 al Festival accompagnato da Emma Marrone con questo emozionante duetto, superfavorito per la vittoria finale. Sorprendentemente, a vincere fu Chiamami ancora amore di Roberto Vecchioni, con il 43% dei voti (i Modà non arrivarono al 30). Riascoltiamo insieme la loro esibizione:

2018: Ermal Meta e Fabrizio Moro – Non mi avete fatto niente

Chiudiamo questa carrellata di duetti con l’ultimo ad essersi aggiudicato un Festival, quello del 2018. Non mi avete fatto niente, con l’incrocio di voci di Meta e Moro e un testo sociale sempre di grande attualità, è riuscito a conquistare la giuria, superando Una vita in vacanza de Lo Stato Sociale. Ecco il video della loro esibizione:

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 20-01-2019